Le Cronache Lucane

SE CICALA FA ARRABBIARE PURE L’ASILO MARIUCCIA


CRONACHE SI SCUSA PER L’ALLEGORIA NON OPPORTUNA, EFFETTIVAMENTE TEATRINO SQUALLIDO


Ci ha scritto la fondazione “Asilo Mariuccia” per segnalare l’utilizzo inproprio del riferimento allo stesso nell’articolo in cui si parlava degli infantili atteggiamenti dell’ufficio di Presidenza. L’Asilo Mariuccia è una fondazione che da oltre un secolo opera in modo lodevole nel sociale. Non era nostra intenzione paragonare i comportamenti del Presidente Cicala con l’attività dell’Asilo Mariuccia e ci scusiamo se tale paragone ha involontariamente offeso l’asilo.

RE CARMINE E L’ASILO

Anche perché, volendo sdrammatizzare, se l’operato della fondazione e’ lodevole e fatto di grandi competenze, lo stesso non si può dire anche per Re Carmine Cicala. Da tempo immemore ormai protagonista di querelle infinite con i suoi consiglieri che, praticamente, ha obbligato a votarlo minacciando finanche il voto anticipato se non l’avessero confermato. Circostanza che ha portato attorno a lui il consenso per il rinnovo. Ma con musi lunghi, lunghissimi.

LA SFIDA DI POLESE, PIRO, BALDASSARE E LEGGIERI

Riusciranno Polese, Baldassarre, Leggieri e Piro a rimetterlo in riga? Quest’ultimo ha già dato segnali di insofferenza alla gestione “monarchica“ di Cicale, ora bisognerà vedere quanto saranno consequenziali e il prossimo Ufficio di presidenza, sarà il banco di prova. Quello che si terrà prima del prossimo consiglio regionale sul bilancio. Da quello capiremo chi è che ha più muscoli tre Cicala e i quattro consiglieri che lo completano l’ufficio.

OVVIAMENTE È UNA ALLEGORIA

Ritornando e concludendo alla questione della fondazione Asilo Mariuccia, Nello scusarci ancora, dobbiamo però ribadire che così come Carmine Cicala non è davvero un re, allo stesso modo la Regione non è l’Asilo Mariuccia, una innocente allegoria che immaginiamo sarà compresa.


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti