Le Cronache Lucane

CRIMINOLOGA URSULA FRANCO: FRANCESCO PANTALEO SI È SUICIDATO

Criminologa Franco: “sulla scena del ritrovamento non ci sono molteplici inneschi, semplicemente Francesco Pantaleo era vivo quando si è dato fuoco e si è mosso appiccando, di conseguenza, il fuoco alle sterpaglie”

un caso alla volta fino alla fine 

CRIMINOLOGA URSULA FRANCO: FRANCESCO PANTALEO SI È SUICIDATO

Criminologa Ursula Franco: “sulla scena del ritrovamento non ci sono molteplici inneschi, semplicemente Francesco Pantaleo era vivo quando si è dato fuoco e si è mosso appiccando, di conseguenza, il fuoco alle sterpaglie

criminologa URSULA FRANCO

Dottoressa Franco, recentemente ha rilasciato un’intervista a “La Nazione” sostenendo che il ritrovamento del cadavere carbonizzato poteva anche essere riferibile ad un omicidio, dopo l’identificazione ha dichiarato che Francesco Pantaleo si è suicidato, perché?

Un caso giudiziario è sempre un argomento di studio grossolano e si risolve con pochissimi dati. Francesco Pantaleo aveva mentito alla famiglia sul suo percorso di studi, prima di allontanarsi da casa ha ripulito il proprio pc, i suoi documenti, occhiali e telefono sono stati ritrovati in casa, sul luogo dove si è dato alle fiamme non ci sono molteplici inneschi, come era stato detto in un primo momento, semplicemente, dopo essersi dato fuoco, il ragazzo si è mosso e così ha appiccato il fuoco alle sterpaglie in punti diversi.


Per quanto riguarda invece il contenitore del liquido infiammabile con il quale si è cosparso, è possibile che Francesco abbia vagato anche per centinaia di metri dopo essersi cosparso di quel liquido e prima di risolversi a mettere fine alla propria vita, d’altra parte ha camminato per più di 5 chilometri per raggiungere quel luogo.

La dinamica suicidiaria ben si sposa con il suo stato d’animo.
Francesco si sentiva un fallito e desiderava sparire dalla “faccia della terra

Proprio questo suo desiderio dovuto alla vergogna che provava per aver mentito ai familiari e all’odio di sé per non essere riuscito a raggiungere i traguardi che si era prefissati ha fatto pensare ad un occultamento e ad una distruzione del cadavere postomicidiaria ed invece si tratta di una distruzione del cadavere “intrasuicidiaria” che coincide con la causa di morte.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com