Le Cronache Lucane

CHIUSA SP67 “S.ANTONIO CASALINI–BARAGIANO”

La frana, il monitoraggio, poi il tavolo tecnico, infine lo sbarramento e i disagi per lavoratori e residenti

Ancora disagi sulla Strada Provinciale 67, che collega Sant’Antonio Casalini (Bella) a Baragiano Scalo. Questa volta l’Amministrazione comunale, e nello Specifico il Sindaco Leonardo Sabato e l’Assessore alla viabilità Carmine Ferrone, spiegano che «a causa delle recenti e insistenti precipitazioni si è rilevato un drastico peggioramento del tratto di strada già oggetto di movimento franoso, all’altezza del Km 4+300. Pertanto, la Provincia di Potenza ha provveduto alla chiusura dell’arteria, deviando il flusso veicolare sulla Strada provinciale Sp 121 “Serra di Plinio” e/o sulle strade comunali dalla Ss 7 Baragiano Scalo alla Sp 92 (Maneggio Lagarelli e località Celetta)».

Insomma, un disagio considerevole per residenti, pendolari di lavoro e di studio, e per tutti coloro che hanno necessità di percorrere la Provinciale.

«Considerata e ribadita la importanza strategica della Sp 67 e tenuto conto della situazione di precarietà delle altre arterie di collegamento con la valle di Baragiano Scalo, faremo del tutto – sottolineano Sabato e Ferrone- per fare in modo che la Provincia di Potenza si faccia carico delle immense criticità conseguenti alla chiusura dell’arteria e si impegni a ripristinare la regolare circolazione in tempi brevi, nell’interesse della collettività e delle attività produttive ubicate nel comprensorio di Sant’Antonio Casalini. Nei prossimi giorni si terrà una riunione pubblica a Sant’Antonio Casalini per tutti gli aggiornamenti».

Cronache seguiva la vicenda della Sp 67 da tempo, nel novembre scorso mostrava il grave cedimento del terreno, che per molti metri lascia la carreggiata pericolosamente erosa. Sul posto era intervenuto il personale della Provincia coadiuvato dal capo cantoniere Mastroberti.
Raggiunto telefonicamente Ferrone, che ricopre anche la carica di Consigliere Provinciale, spiegava che «era stata riaperta per metà carreggiata a senso alternato, nel mentre occorrerebbe uno studio geologico per capire l’intervento da farsi».

Difatti, solo pochi giorni dopo, l’Amministrazione comunicava la riunione del tavolo tecnico negli Uffici della Provincia al quale presero parte il Sindaco Sabato e l’assessore Ferrone e «fu effettuato il sopralluogo, con un professionista geologo, per valutare la possibilità di un intervento di somma urgenza necessario al ripristino e alla transitabilità dell’arteria, nella consapevolezza che la Sp 67 riveste una un’importanza straordinaria per tutto il comprensorio di Sant’Antonio Casalini» concludono gli amministratori.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti