Le Cronache Lucane

LA REUMATOLOGIA LUCANA ANCORA UNA VOLTA TRA I PROTAGONISTI AL 59º CONVEGNO NAZIONALE SIR DI RIMINI

Si è tenuto Rimini, dal 23 al 26 novembre, il 59° Congresso nazionale della Società italiana di reumatologia che, con la partecipazione di oltre 1.500 specialisti provenienti da tutta l’Italia, si conferma il più importante evento nazionale del settore

I medici del dipartimento di Reumatologia dell’Aor San Carlo di Potenza al 59° CONGRESSO NAZIONALE SIR di Rimini 


59° CONGRESSO NAZIONALE SIR

23-26 novembre 2022 – RIMINI


Care Colleghe e cari Colleghi,

è per me un grande piacere darvi il benvenuto al 59° Congresso della Società Italiana di Reumatologia che si svolgerà, come è ormai tradizione da diversi anni, presso il Palacongressi di Rimini, una sede che per le sue dimensioni ci consentirà di ospitare completamente in presenza ed in modo agevole e sicuro tutti i partecipanti.

Il programma che è stato disegnato quest’anno ricalca in gran parte quello svolto con successo nelle ultime edizioni, con sessioni scientifiche che saranno dedicate a tutte le principali malattie reumatologiche, con trattazioni che approfondiranno gli aspetti più moderni ed intriganti in tema di fisiopatologia e patogenesi, ma che affronteranno ovviamente le tematiche più recenti dal punto di vista clinico-diagnostico e terapeutico, in un momento in cui i continui e rapidissimi progressi scientifici in molte aree della Reumatologia rende l’aggiornamento sempre più difficile.

La parte con valenza clinico-pratica è stata mantenuta con sessioni come il “Review Course” e gli “Hands on” che hanno riscosso grande successo nelle precedenti edizioni e che presteranno grande attenzione anche alle interazioni con altre branche specialistiche con le quali il Reumatologo si interfaccia nella sua quotidiana pratica clinica, espressione del carattere spesso multidisciplinare della nostra specialità che la rende anche per questo decisamente attrattiva e di grande fascino.

Sulla scia del consenso riscontrato in precedenza, abbiamo anche voluto riorganizzare la sessione “Question time” con disamina di specifiche problematiche scottanti sempre di ordine pratico diagnostico e terapeutico che saranno affrontate e discusse da esperti selezionati “ad hoc”.

Quest’anno ci sarà inoltre una sessione congiunta tra SIR e la neonata Società Italiana di Reumatologia Pediatrica che ci darà anche l’occasione di ricordare la figura del compianto Collega ed amico Rolando Cimaz, che con la sua prematura scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile in molti di noi. 

Come ormai tradizione, ci saranno sessioni coordinate da For-Rheuma dedicate agli “health professionals”, con corsi avanzati sia per infermieri che fisioterapisti, e verrà dato naturalmente spazio anche alle numerose associazioni dei pazienti che ruotano intorno alla Reumatologia e che rappresentano un grandissimo valore aggiunto anche nella condivisione dei rapporti con il mondo politico-istituzionale.

Il Congresso consentirà inoltre di percepire direttamente il livello raggiunto in ambito di ricerca dalla Reumatologia italiana attraverso le sessioni di comunicazioni orali, incluse quelle in inglese “verso EULAR”, nelle quali saranno protagonisti i migliori giovani ricercatori provenienti da tutte le Scuole reumatologiche italiane. Ed ai giovani sarà dedicato il tradizionale simposio scientifico affidato alla diretta gestione dei Colleghi di SIRyoung che avranno modo così di confrontarsi al meglio con uno scambio delle loro rispettive esperienze.

Al termine di questa breve presentazione del Congresso, consentitemi peraltro di esprimere la mia convinzione che il successo dell’evento, indipendentemente dell’organizzazione e della strutturazione che è stata concepita, dipenderà fondamentalmente da noi stessi. Sono fiducioso di ricevere un elevato numero di presentazioni con contributi di elevata qualità, ed auspico una grande partecipazione da parte di tutti che possa animare la discussione nelle diverse sessioni, quale espressione dell’interesse e del gradimento delle relazioni.

Il Congresso Nazionale della SIR si è ormai trasformato in un evento scientifico di grande spessore, con una grande possibilità di aggiornamento e di integrazione di tutte le componenti che nel nostro paese stanno contribuendo alla crescita della nostra disciplina, rendendola più viva che mai.

Con tale convinzione, anche a nome del Consiglio Direttivo che mi onoro di presiedere, vi auguro di trascorrere a Rimini giorni sereni e proficui dal punto professionale e scientifico.

ROBERTO GERLI
Presidente SIR, Professore Ordinario e Direttore Struttura Complessa interaziendale a direzione Universitaria, Ospedale S. Maria della Misericordia. Università degli Studi di Perugia

Roberto Gerli
Presidente SIR

Si è tenuto Rimini, dal 23 al 26 novembre, il 59° Congresso nazionale della Società italiana di reumatologia che, con la partecipazione di oltre 1.500 specialisti provenienti da tutta l’Italia, si conferma il più importante evento nazionale del settore.

Il Dipartimento dell’Azienda ospedaliera San Carlo di Potenza ha partecipato con alcuni lavori scientifici

La Reumatologia lucana protagonista al Congresso nazionale di Rimini

Spiega il direttore generale dell’Azienda Giuseppe Spera :

“Il dipartimento di Reumatologia dell’Aor San Carlo di Potenza, anche quest’anno, ha garantito una partecipazione attiva al Congresso nazionale della Sir, con alcuni lavori scientifici che evidenziano importanti risultati nelle attività clinico-assistenziali e in quelle di ricerca.

Il riconoscimento dell’Azienda va a tutto il personale medico ed infermieristico, impegnato costantemente a elevare, con studio e ricerca, il livello della qualità ospedaliera in termini di efficacia delle prestazioni erogate”

Afferma la dottoressa Angela Padula, direttrice della Reumatologia :

“La credibilità acquisita dal nostro Centro nella comunità scientifica nazionale ed internazionale è il frutto di un lavoro iniziato oltre venti anni fa e che si fonda sulla convinzione che la motivazione personale ed il lavoro di squadra siano essenziali nel percorso di ricerca, aggiornamento ed efficacia delle cure che costantemente perseguiamo.

Due medici del reparto, il dottor Salvatore D’Angelo e il dottor Pietro Leccese, sono stati invitati come relatori esperti nelle sessioni dedicate alle spondiloartriti e alla malattia di Behcet e la dottoressa Maria Stefania Cutro ha partecipato ad una sessione durante la quale sono stati presentati i risultati degli studi di giovani reumatologi italiani”

Conclude la dottoressa Angela Padula :

“Con il presidente Sebastiani riteniamo indispensabile rilanciare l’importanza del reumatologo all’interno del Sistema sanitario nazionale e, per fare ciò, sarà necessario potenziare il dialogo e le collaborazioni con le istituzioni, le associazioni di pazienti e le altre società scientifiche, sia italiane che straniere”

Al congresso nazionale di Rimini, inoltre, c’è stata l’elezione da parte di tutti i soci della Società scientifica di reumatologia per il rinnovo delle cariche del Consiglio direttivo

GIAN DOMENICO SEBASTIANI
Presidente Eletto SIR, Direttore Struttura Complessa, UOC Reumatologia, Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, Roma

COMPLIMENTI CONGRATULAZIONI AUGURI BUON LAVORO ALLA DOTTORESSA ANGELA PADULA 

tra le elette risulta la dottoressa Angela Padula, che insieme agli altri consiglieri affiancherà il neo-presidente, professor Gian Domenico Sebastiani di Roma
Proff. IGNAZIO OLIVIERI & Dottoressa ANGELA PADULA

UN CALOROSO SALUTO AL COMPIANTO PROFESSORE IGNAZIO OLIVIERI 

Ignazio Olivieri è stato uno dei massimi esperti mondiali della sindrome di Behçet e ha partecipato ai lavori della Società Internazionale per la definizione delle linee guida per la diagnosi e la cura della malattia di Behçet

*^*

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti