Le Cronache Lucane

IL POTENZA ALLA RICERCA DEI 3 PUNTI CONTRO UN FORTISSIMO CERIGNOLA

Serie C Tra i rosso-blù rientra Rillo fuori Volpe e Legittimo. Al Viviani ritorno dell’ex capitano Peppe Coccia

Dopo i pareggi esterni ottenuti in quel di Messina e di Castellammare di Stabia, questa sera alle 21:00 al “Viviani” arriva l’Audace Cerignola. L’imperativo per i ragazzi di mister Raffaele è ottenere i tre punti che porterebbero la squadra del patron Donato Macchia in classifica a quota 19. Insomma, a ridosso della zona play off e fuori dalla zona “bollente” della classifica. Non sarà un obiettivo difficilissimo, almeno a vedere da come si sta comportando la squadra da quando sulla panchina è arrivato Giuseppe Raffaele. In cinque gare sei punti con nove reti realizzate e 6 subite. Ma c’è di più. L’atteggiamento visto contro le “vespe”, un po’ meno quello visto sullo “stretto” ha dimostrato che quando i rosso-blù scendono in campo determinati, concentrati se la possono giocare con tutti. Modulo di gioco a parte che ha notevolmente influito sull’aspetto tattico della squadra. Ecco perché contro un “Cerignola” in ottima salute, Caturano e soci possono ripetere nel proprio catino la identica prestazione vista contro i laziali del Latina. Anche senza la presenza sulla fascia sinistra di Volpe che dovrà scontare la seconda giornata di squalifica. Il rientro di Rillo potrà colmare quel vuoto che domenica Raffaele ha provato a chiudere con l’esordiente Verrengia. Per il resto a parte Legittimo ancora out, tutti abili arruolabili il resto della truppa. Contro i pugliesi del Cerignola ipotizziamo che mister Raffaele possa riproporre la identica formazione vista al “Menti” di Castellamare. Tra i pali ormai c’è la conferma per Gasparini che con il trascorrere delle giornate sembra acquisire maggiore sicurezza, linea difensiva con Matino, Girasole ed Armini, braccetti esterni Gyamfi e Rillo ed a centrocampo Laaribi, Steffè ed uno tra Talia e Logoruso. Coppia di attacco il duo Caturano-Di Grazia. Infine, a causa del comportamento non proprio ortodosso assunto dai supporter’s potentini al “Menti” contro la Juve Stabia, la disciplinare ha inflitto alla società un ammenda di 2.500 euro.
QUI CERIGNOLA
Meno di trecento biglietti venduti (278, per la precisione) per la partita contro la Viterbese, giunta sette giorni dopo la grande vittoria nel derby contro il Foggia ha fatto scatenare la reazione del presidente del club Nicola Greco il quale, in un comunicato inviato agli organi di stampa ha minacciato di voler chiudere la sua esperienza con il calcio locale. Non ha mica tutti i torti visto che il Cerignola è ritenuta da tutti la squadra rivelazione del torneo. Quarto posto in classifica con un tabellino di marcia di tutto rispetto per una neo promossa. Inaccettabile per il presidente del club ofantino vedere staccare «278 biglietti che non giustificano una serie C e l’attuale posizione in classifica», «Ci ho pensato più volte prima di diramare questo comunicato, ma è il mio cuore a parlare. Non si può fare calcio così. Quale futuro con questi numeri. Sono deluso e non escludo decisioni forti». Parole senza dubbio forti e amare che fanno scalpore e riflettere sul prosieguo e sulla tranquillità del campionato. Di una compagine appunto quella allenata da mister Pazienza che ha nel bomber Giancarlo Malcore il suo punto di forza. L’attaccante giallo-blù sinora ha siglato sette reti. Ma anche di debolezza visto che il reparto difensivo come i rosso-blù del Potenza hanno subito quasi venti reti. I rosso-blù così come è accaduto al “Menti” ritroveranno l’ex di turno. Si tratta del capitano Peppe Coccia per cinque consecutive stagioni con la maglia rosso-blù. L’esterno destro nativo proprio della provincia di Foggia, quest’anno non sta avendo un buon rendimento anche a causa di problemi fisici. Anche per l’Audace Cerignola ipotizziamo che il tecnico possa schierare la seguente formazione. Saracco; Allegrini, Capomaggio, Blondett; Achik (20’st D’Ausilio), Tascone, Langella (30’st Bianco), Sainz Maza (42’st Coccia), Russo; Malcore (42’st Botta), Neglia (30’st D’Andrea). Infine, per gli amanti della statistica il bilancio complessivo parla di 11 partite giocate, 9 sono state le  vittorie Potenza, 1 pareggio, 1 vittoria Cerignola; 28 reti siglate dal Potenza contro 7 reti messe a segno dal Cerignola. La gara di questa sera valevole per la sedicesima giornata di campionato sarà diretta da Giuseppe Collu di Cagliari coadiuvato da Maicol Ferrari di Rovereto ed Andrea Nasti di Napoli; IV Ufficiale: Martina Molinaro di Lamezia Terme.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti