Le Cronache Lucane

BOLOGNETTI HA COMUNICATO LE DIMISSIONI DAL CONSIGLIO GENERALE DEL PARTITO RADICALE

A Cronache, il giornalista al 20esimo giorno di sciopero della fame ha precisato: «Ritengo che il Partito Radicale abbia tradito le sue stesse ragioni»

Maurizio Bolognetti giornalista in sciopero della fame da 20 giorni per alimentare la sua azione nonviolenta contro l’«attentato ai diritti civili e politici», ha comunicato le sue irrevocabili dimissioni dal Consiglio generale del Partito Radicale. Più volte Bolognetti aveva, difatti, denunciato la censura praticata da Radio Radicale verso il suo lavoro di ricerca contro la narrazione ufficiale dell’emergenza sanitaria in atto.
Le numerose interviste realizzate ai medici che hanno una visione diversa da quella che viene raccontata da mesi, non sono mai sta-te mandate in onda dall’emittente radiofonica e questo ha fatto sorgere non poche domande nel giornalista.
«Ho comunicato a Turco le mie irrevocabili dimissioni dal Consiglio Regionale del Partito Radicale. – ha scritto Bolognetti sul suo profilo social- Di questo Partito Radicale nel quale mi sento un corpo estraneo. Se per circa 40 anni ho militato nei soggetti politici dell’area radicale era per la presenza di Marco Pannella. A 5 anni dalla morte di Marco fatico da tempo a riconoscere in questo partito anche solo un briciolo di “tensione” che sapeva regalarci Hood. Hanno ridotto a simulacro ciò che avrebbero dovuto onorare. Sono ormai essi stessi regime nel regime. Continuerò per parte mia a nutrirmi anche delle parole che non sono solo parole del preambolo allo Statuto. Occorre farle vivere e non officiare vuoti riti». Contattato telefonicamente, Maurizio Bolognetti ha precisato: «Ritengo che il Partito Radicale abbia tradito le sue stesse ragioni. Quelle ragioni contenute nel preambolo allo Statuto del Partito Radicale».

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com