Le Cronache Lucane

Avv. Pierluigi MARTOCCIA: a LAURENZANA non c’è più il MARE

Vado de là de l’acqua: vado ad attraversare il canale (canal grande) a LAURENZANA oltre i LIDI

LIDO di LAURENZANA (PZ)
LAURENZANA il Castello

Quanti avevano intenzione di venire a trascorrere le proprie vacanze al mare di Laurenzana saranno costretti a recarsi altrove. Infatti, l’amministrazione comunale di Laurenzana dopo l’approvazione del DUP, avvenuta con la delibera consiliare dello scorso luglio, nel quale aveva previsto una serie di lavori a beneficio di un presunto litorale marino, con un provvedimento di giunta, licenziato lo scorso novembre, ha rivisto la propria programmazione prendendo così atto, che nel nostro paese non c’è il mare, purtroppo proprio ora che il Ministro Salvini ha finanziato il recupero dei lidi marini. Al di là dell’ennesima procedura amministrativa (a dir poco creativa), vale ricordare con soddisfazione, che nella seduta consiliare in cui si approvava il DUP, facevo notare, unitamente al consigliere Ing. De Bellis, i macroscopici errori contenuti in questo documento ovvero che lo stesso sembrava essere copiato da un comune marino. Il Sindaco sicuro di sé, sostenendo che si trattava di un format standard, lo fece adottare comunque. A distanza, poi, di venti giorni, il primo cittadino, mediante l’affissione di alcuni manifesti e su una pagina social ribadiva la legittimità di approvazione del format, tra l’altro, infierendo con toni diffamatori nei confronti del sottoscritto e dell’Ing. De Bellis, rei, a suo dire, di non sapere leggere a tal punto da definirci dispensatori di “bufale”. Affermava, altresì, che la nostra azione aveva messo addirittura in ridicolo Laurenzana ed invitava i nostri concittadini ad isolarci definendoci facinorosi. Ora, stante l’adozione da parte dell’amministrazione di questo nuovo documento correttivo del DUP, appare chiaro che quello scritto fu una reazione scomposta, nei nostri confronti, di un politico-amministratore colto in fallo per l’ennesima procedura rabberciata. Allora suo malgrado dobbiamo dire che avevamo ragione. Come pure avevamo ragione quando chiedevamo con forza di cambiare il regolamento della TARI. Ci era stato fatto notare, infatti, da una nostra concittadina che lo stesso non rispettava il dettato normativo. Peraltro non è stato cambiato nemmeno quando una circolare del MEF chiariva che quella nostra compaesana aveva ragione. Solo dopo due anni e dopo aver costretto i cittadini di Laurenzana a pagare delle somme non dovute, finalmente è stato reso conforme alla legge tanto è vero che nelle scorse settimane sono stati recapitati gli avvisi di pagamento corretti esattamente come avevamo chiesto. Eppure quando l’attuale Sindaco di Laurenzana, ricopriva la carica di consigliere di minoranza si mostrava attento e con zelo era solito rivolgersi alle varie autorità giudiziarie e amministrative ogni volta che, a suo dire, venivano calpestati e lesi i suoi diritti. Anche io mi sono dovuto rivolgere alla Prefettura e ci sono voluti ben sette mesi per ottenere una risposta in merito ad una sua affermazione circa la mancanza dell’agibilità dell’Istituto comprensivo Vittorio Alfieri di Laurenzana. Infatti, dopo numerosi solleciti ho ricevuto una nota, stranamente a firma dell’Architetto comunale Rossi da me mai interpellato, nella quale si legge che la scuola è dotata di tutte le certificazioni. Mi sia consentito dire che Laurenzana va sì difesa da chi, con le proprie azioni, dimostrata di essere superficiale e privo di idee mettendola alla berlina, ma non da chi ha inteso svolgere appieno il proprio ruolo.

Al Sua Eccellenza Il prefetto di Potenza Piazza Mario Pagano 1 85100 Potenza e per il Suo tramite al Ministro dell’Interno Eccellenza, sono costretto a portare alla Sua attenzione quanto accaduto nell’ultimo consiglio comunale di Laurenzana tenutosi il 27 u.s. Il consesso cittadino è stato ritualmente convocato per deliberare su diversi punti posti all’ordine del giorno, tra i quali figurava anche DUP. Dall’esame della documentazione messa a disposizione dei consiglieri comunali, unitamente al collega De Bellis, abbiamo appurato che il DUP, già oggetto di delibera di giunta comunale n. 65 del 5.7.2018 prevedeva interventi irrealizzabili puntualmente evidenziati in una nostra dichiarazione di voto, come ad esempio il completamento della passeggiata a mare o il rifacimento degli stabilimenti balneari sui quali erano state allocate le risorse. Con grande stupore abbiamo altresì verificato che tale DUP era stato già approvato nella seduta consiliare del luglio 2017 ottenendo anche il parere positivo dal revisore contabile allorquando questi, lo ha dovuto esaminare quale documento propedeutico al bilancio di previsione 2018/2020 dell’ente. Nel corso della discussione abbiamo fatto notare anche che, il documento era mancante di alcune parti obbligatorie previste per legge come il riferimento alle linee programmatiche di governo. Malgrado ciò dopo una lunga discussione il consiglio comunale lo ha approvato ed il Sindaco ha allegato un intervento, senza darne lettura, nella convinzione di poter, così sanare, la mancanza delle linee programmatiche. All’atto di pubblicazione della delibera consiliare l’ho potuto finalmente leggere ed ho riscontrato che non ricalca affatto il suo discorso effettuato in sede di discussione, ma vi sono comunque affermazioni meritevoli di chiarimenti ed approfondimenti. Il Sindaco afferma: “Recente è l’impegno per aver candidato progetto per euro 700.000,00 per la messa in sicurezza dell’Istituto Comprensivo V. Alfieri, struttura sprovvista di varie certificazioni tra cui quella di agibilità nonostante tutti i lavori che le passate amministrazioni hanno finanziato e fatto realizzare.” In realtà tale dichiarazione era stata già stata effettuata dal primo cittadino all’atto di approvazione del bilancio di previsione 2018/2020. Nell’immediatezza con l’ing. De Bellis decidemmo di scrivere al Sindaco al fine di ottenere spiegazioni ma nulla ci è stato risposto, come da sua prassi. I bambini ed i ragazzi costituiscono il futuro di una comunità per questo vanno tutelati in qualsiasi modo. Pertanto, chiedo un Suo intervento affinchè il Sindaco di Laurenzana chiarisca se l’istituto V. Alfieri è agibile e se gli studenti che lo frequentano corrono pericoli. In attesa porgo ossequiosi saluti. Laurenzana 31.7.2018 Consigliere Comune di Laurenzana Avv. Pietro Luigi Martoccia

A Sua Eccellenza il Prefetto di Potenza prefetto.prefpz@pec.interno.it gabinetto.prefpz@pec.interno.it entilocali.prefpz@pec.interno.it protocollo.prefpz@pec.interno.it Oggetto: seduta del consiglio comunale del 17.7.2018 – Richiesta documentazione Eccellenza, a seguito della seduta consiliare del Comune di Laurenzana del 17 luglio 2018 facevo richiesta di un Suo intervento affinchè, il Sindaco di Laurenzana rendesse dei chiarimenti in merito alle affermazioni fatte dal medesimo in un suo scritto, in particolare sulla mancanza del certificato di agibilità dell’istituto scolastico comprensivo “V. Alfieri”. Con nota del 12.9.2018 a firma del Viceprefetto Sorrentino venivo notiziato dell’avvio dell’istruttoria necessaria per la risposta. Con successiva nota del 27.11.2018, sempre a firma del Viceprefetto Sorrentino, mi veniva data comunicazione che, il Sindaco di Laurenzana con missiva del 8.10.2018 n. 5082 aveva proceduto a quanto richiesto e veniva invitato a trasmettere la sua risposta al sottoscritto. Orbene atteso che dall’ultima comunicazione sono passati oltre trenta giorni e considerato che ad oggi lo scrivente non ha ricevuto ancora nulla malgrado i cinque mesi di attesa, La ringrazio sin da ora per quanto potrà e vorrà fare affinchè non siano lesi i diritti del consigliere comunale. Distinti Saluti. Laurenzana 04.1.2018 Avv. Pietro Luigi Martoccia Avv. Pietro Luigi Martoccia Consigliere comunale di Laurenzana Cell.3496076801

Al Sindaco del Comune di Laurenzana Sig. Michele Ungaro per conoscenza al Dirigente Scolastico Dott.ssa Diana Camardo al Presidente del Consiglio di Istituto Geom. Pietro Fanelli dell’Istituto Comprensivo “V. Alfieri” di Laurenzana Oggetto: Deliberazione di Consiglio Comunale Reg. n. 3 prot. 1921 del 27/03/201 “Programma triennale Opere Pubbliche 2018-2020 e Piano Annuale 2018 – Approvazione” Certificazioni Istituto Comprensivo “V. Alfieri”- Chiarimenti Dalla lettura della Deliberazione di Consiglio in oggetto, ed in particolare dall’introduzione che riporta l’esposizione del Sindaco, si apprende, non senza stupore, che l’edificio sede dell’Istituto Comprensivo è privo di alcune certificazioni. Il Sindaco, infatti, nella sua esposizione, per quanto é riportato in delibera, sostiene che “ … nonostante tutti i lavori già fatti, la Scuola è mancante di alcune certificazioni” La superficialità con la quale è stato trattato il tema impone un doveroso approfondimento. In qualità di consiglieri comunali, riteniamo doveroso rivolgere al Sindaco, oltre che agli altri destinatari della presente, che leggono per conoscenza, un’istanza di chiarimenti. Voglia, cortesemente, l’egregio Signor Sindaco, per riempire di contenuti quanto esposto in Consiglio Comunale : • elencare le certificazioni di cui l’edificio che ospita la Scuola é, a suo dire, mancante; • precisare come e quando siano state portate alla sua attenzione le mancanze lamentate; • descrivere l’analisi condotta per valutare l’influenza delle certificazioni mancanti sul regolare esercizio della struttura; • illustrare le azioni intraprese nell’immediatezza per garantire l’esercizio della struttura e la normale prosecuzione dell’attività didattica e quelle che saranno adottate nel prosieguo sino al pieno conseguimento delle certificazioni mancanti; • definire le azioni, gli interventi e la tempistica per l’ottenimento delle certificazioni mancanti; • indicare le risorse finanziarie necessarie a valere sulle quali sarà dato attuazione al piano di adeguamento. Distinti saluti Laurenzana 9 aprile 2018 Luciano De Bellis Pierluigi Martoccia

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti