Le Cronache Lucane

UNA SOCIETÀ DI LETTORI CHE LEGGONO POCHISSIMO

Lettere lucane

Non ho mai amato la retorica intorno ai benefici della lettura. Non so se leggere renda migliori (a volte mi viene il sospetto, ma è un sospetto dettato dalla disperazione e dal pessimismo, che si viva molto meglio ignorando ogni cosa) ma di certo c’è il fatto che molti farabutti sono anche colti, e questo vuol dire che non è la lettura in sé a rendere migliori. Ignoro la ragione per la quale a un certo punto iniziai a leggere; la cosa che vagamente ricordo è che quando mio nonno Andrea morì, nel 1991 – era il padre di mia madre, e viveva a Pedali di Viggianello, pur essendo originario di Sirignano, in provincia di Avellino – io mi ritrovai tra le mani “Fontamara” di Ignazio Silone, e da allora non ho più smesso di leggere. Certo, tra figli e lavoro non ho più il tempo libero che avevo da giovane, ma ogni giorno io dedico alla lettura alcune ore. Purtroppo non vedo più bene come un tempo e la mia forza mentale è sempre più debole, ma in compenso leggo con maggiore profondità rispetto al passato, quando a prevalere era la quantità. La cosa che mi fa sorridere, tuttavia, è sentir parlare in ogni dove di lettura – quanto se ne parla, Dio mio – ma non vedere mai nessuno concentrato con un libro in mano. Ai caffè, in metropolitana, sui luoghi di lavoro: quasi mai mi capita di vedere qualcuno assorto nella lettura. Mi sono convinto che la gente non legga, ma leggiucchi – magari inizia la prima pagina, ma poi si distrae con altre mille cose. E infatti è molto difficile trovare persone che facciano letture profonde della vita – a cui solitamente abitua meditare molto ciò che si legge. Ripeto, non so se leggere renda migliori – ho molti dubbi. Ma questa smania di parlare di lettura senza leggere mi risulta un po’ stucchevole. Io credo che farebbe bene a tutti parlare meno di lettura e leggere un po’ di più. Magari proprio per capire che leggere non rende migliori.

diconsoli@lecronache.info

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com