Le Cronache Lucane

TARANTO, AGGRESSIONE AL PERSONALE MEDICO

Al pronto soccorso del SS. Annunziata un’infermiera riporta trauma contusivo alla retina per essere stata colpita al volto da un utente

Volano schiaffi al pronto soccorso del nosocomio tarantino, non è di certo la prima volta. La vittima, un’infermiera del proto soccorso del SS.Annunziata, ha subito una trauma contusivo alla retina per lo schiaffo ricevuto da un utente in attesa. Dell’accaduto ne ha dato notizia una nota stampa della Fials – Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità – “Inaccettabile che il personale sanitario venga aggredito quasi quotidianamente, insultato e vessato, per colpe attribuibili al sistema e alle lunghe attese nel Pronto Soccorso ionico”, dichiara Emiliano Messina, segretario generale. “Come organizzazione sindacale – continua Messina – chiediamo alla cittadinanza di non individuare nel personale sanitario la responsabilità di un sistema che è fallimentare e questo noi lo denunciamo da anni, ma purtroppo rimaniamo inascoltati”, continua la nota e si “condanna fermamente quanto accaduto e chiede che la Asl e la politica, ognuno per i profili di competenza, prendano immediatamente le contromisure”.

In risposta è stato convocato urgentemente il gruppo specifico di lavoro per la tutela dei sanitari ed è stata sporta immediata denuncia nei confronti dell’aggressore. “E’ un vile episodio, che rafforza la necessità di mettere in campo diverse azioni di prevenzione e sensibilizzazione, come le iniziative per informare pazienti e famiglie sull’importanza del dialogo pacifico con il personale sanitario che si prende cura dell’utenza”, afferma il direttore generale di Asl Taranto Vito Gregorio Colacicco.

Il 12 marzo è stata la Giornata nazionale di educazione e prevenzione contro la violenza nei confronti degli operatori sanitari e socio-sanitari, una giornata che fa comprendere quanto urgente è la situazione. Secono una ricerca medica focalizzata sui reparti di emergenza-urgenza, curata dalla SIMEU – Societa Italiana Medicina d’Emergenza-Urgenza – nel 63% dei Pronto soccorso italiani si è verificato almeno un episodio di violenza fisica, nella metà dei casi si sono verificati nelle strutture in cui il sovraffollamento di pazienti era maggiore.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti