Le Cronache Lucane

FIGC, GRAVINA E ABETE A POTENZA

Giornata d’incontri e poi il convegno “Calcio insieme,la crescita umana e sportiva delle ragazze e dei ragazzi”

Si è concluso in Basilicata il tour di incontri del presidente della FIGC Gabriele Gravina e della Lega Dilettanti, Giancarlo Abete, con i rappresentanti del calcio di base. Una serie di visite in tutti i Comitati Regionali della Lega Nazionale Dilettanti e nei coordinamenti del Settore Giovanile e Scolastico che ha avuto come obiettivo testimoniare la vicinanza della Federazione verso l’attività del territorio e approfondire le criticità più urgenti.

Prima tappa a Lagopesole, dove la comunità locale chiede un nuovo campo sportivo, poi nel capoluogo, sul campo del Viviani, ospiti della società rossoblu.

Ad accogliere Gravina, il Presidente Donato Macchia, il vice presidente Angelo Chiorazzo, e l’Amministratore Delegato rossoblù, Nicola Macchia.

Il numero uno della Federale della FIGC è stato accompagnato sul terreno di gioco e all’interno dei locali dell’impianto potentino.

L’incontro con i rappresentanti del Comitato Regionale Basilicata si è aperto con un ricordo del compianto numero uno del calcio lucano Pietro Rinaldi ed è proseguito affrontando tutti i temi più sensibili al calcio di base, dalla crisi energetica e all’aumento dei costi, dai rapporti operativi tra centro e periferia fino all’abolizione del vincolo sportivo e alla riforma complessiva del calcio italiano.

Nel pomeriggio invece Gravina e Abete hanno parteciperanno ad un convegno sui giovani nel mondo del calcio, organizzato dal comitato lucano della Figc, con tema: “Calcio insieme, la crescita umana e sportiva delle ragazze e dei ragazzi”.

Al tavolo dei lavori Emilio Fittipaldi, Presidente del Comitato Regionale Lnd Basilicata, il quale ha sottolineato come “la visita del presidente Gravina e del presidente Abete è da considerare non solo un riconoscimento al buon lavoro che sta svolgendo il Comitato Regionale della Lnd, ma anche un segno di vicinanza e comunione d’intenti della Figc e della Lnd allo sviluppo del calcio dilettantistico”.

Nel suo intervento Gravina ha evidenziato come “il mondo dilettantistico rappresenta una base straordinaria per lo sviluppo dell’intero calcio italiano”.

In chiusura Abete ha rimarcato  “l’obbligo di ribadire le priorità: Siamo impegnati nel procrastinare l’entrata in vigore dei decreti correttivi alla riforma dello sport per le parti inerenti l’abolizione del vincolo sportivo e il riconoscimento della nuova figura del lavoratore sportivo;  vogliamo mettere le società  – ha concluso- nelle migliori condizioni per prepararsi a queste due vere e proprie rivoluzioni per il mondo dilettantistico”.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti