Le Cronache Lucane

ARCHEOVIRTUAL: LE PROSPETTIVE

Verso il metaverso

Archeo Virtual è la mostra multimediale che da oltre 12 anni è il fiore all’occhiello della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico (Bmta), incentrata sulle applicazioni digitali e sui progetti di archeologia virtuale, disciplina che si occupa di studiare, interpretare, comprendere e comunicare il patrimonio archeologico e il suo contesto attraverso un processo di acquisizione dei dati, ricostruzione, verifica continua tramite tecniche di visualizzazione, analisi e simulazione. ArcheoVirtual è presentata dal Digital Heritage Innovation Laboratory, sede di Roma, del Cnr Ispc, Istituto del Consiglio Nazionale delle Ricerche dedicato alle Scienze del Patrimonio Culturale, e dalla Bmta, a Paestum. La mostra, ogni anno, presenta anche un workshop tematico che affianca la rassegna dei progetti esposti. L’edizione di ArcheoVirtual 2022 “Verso il Metaverso” vuole introdurre il pubblico alle prospettive che si delineano nel cam- po dei nuovi mondi virtuali. L’annunciato avvento del cosiddetto Metaverso, pur non rappresentando una novità assoluta, fa intravedere rilevanti trasformazioni nelle modalità di comunicazione, intrattenimento, commercio, che toccheranno tutti gli ambiti della vita sociale. Che ruolo avranno la cultura e il patrimonio storico-archeologico in questo contesto? Allo stato attuale, le caratteristiche del fenomeno non sono ancora ben delineate, ma idealmente ogni rilievo o modellazione ricostruttiva può divenire, in un prossimo futuro, un ambiente immersivo in cui muoversi, incontrare altri utenti, apprendere informazioni e intrecciare relazioni. ArcheoVirtual 2022 ospiterà le più interessanti e originali applicazioni immersive focalizzate sul Patrimonio materiale e non, per la creazione di contesti digitali di elevato contenuto culturale. La mostra, che sarà dal 27 al 30 ottobre presso l’affascinante struttura industriale dell’ex tabacchificio di Cafasso, consentirà di immergersi in mondi artificiali, paesaggi tridimensionali e monumenti digitali, dove incontrarsi, scoprire nuove esperienze e approfondire la conoscenza del nostro patrimonio culturale. Le applicazioni di Archeovirtual 2022 sono le seguenti: 1. Arzachena Civiltà Millenaria Cnr Ispc, Comune di Arzachena. 2. e.Archeo HI Cerveteri Blue Cinema TV. 3. Realverso Lucanum iInformatica. 4. Mapod4d ArcheOS Tec – Psl Leicon. 5. Due passi al Louvre con il tuo avatar! No Real Interactive. 6. MetaHeritage, un metaverso per l’archeologia 7emezzo.biz. 7. Aton per il Metaverso Cnr Ispc. Il Video Carousel: 1. Apulia 53 centuries Artemaestra di Gianni Spadavecchia 2. The breath of ice: Inside the glaciers Project ViGea Virtual Geographic Agency – La Venta Esplorazioni geografiche 3. e.Archeo: il progetto Ales – Cnr Ispc I visitatori di ArcheoVirtual, quest’anno, hanno come guida d’eccezione Lucrezia, l’archeologa Virtuale che dialoga direttamente dai loro cellulari. Ogni anno ArcheoVirtual affianca alla mostra l’organizzazione di un workshop tematico sull’evoluzione delle applicazioni digitali nel settore dei Beni Culturali, sulle relative professionalità e sulle forme e le tecniche di narrazione del Passato. L’edizione del 2022 del workshop sarà incentrata sul tema “Verso il Metaverso”. affronterà le tematiche delle trasformazioni in atto nel panorama del Patrimonio Culturale, legate all’avvento del Metaverso e della blockchain, che muteranno drasticamente le prospettive emotive ed economiche della fruizione culturale. Il direttore scientifico di ArcheoVirtual, Augusto Palombini, modererà i molti ospiti di rilievo, nel consueto clima divulgativo e informale della Bmta. Il workshop si aprirà sabato 29 ottobre alle 17, all’ ex Tabacchificio di Cafasso, sala Cerere. Si inizierà con il saluto di Ugo Picarelli, fondatore e direttore della Bmta. Introduce e modera Augusto Palombini (Cnr Ispc), Coordinatore Scientifico di ArcheoVirtual. Aprirà i lavori Costanza Miliani, direttore Cnr Ispc.

Di Antonella Pellettieri

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti