Le Cronache Lucane

TRASPORTO, IL PUNTO TRA COMUNE E SINDACATI

Al tavolo le procedure di passaggio della Miccolis che dal 1° ottobre subentra nella gestione della mobilità di Potenza

«Clausola di salvaguardia sui livelli occupazionali, conservazione degli accordi esistenti e rinnovamento del parco mezzi che al momento lascia molto a desiderare»: queste le questioni da risolvere – secondo i sindacati – nelle ultime settimane di gestione del Trasporto Pubblico Locale della città di Potenza prima del passaggio dalla società Trotta all’azienda pugliese Miccolis – nuova aggiudicatrice del Servizio su autobus e scale mobili fissato per il 1° ottobre.
Meno di un mese dunque che separa lavoratori e utenti del Servizio di trasporto pubblico urbano di Potenza dal passaggio – tanto discusso quanto inaspettato – della Trotta Bus Service con i suoi 7 anni di gestione all’azienda pugliese che si è aggiudicata la concessione per i prossimi 24 mesi.

I sindacati di categoria parlano di un cambio che avrebbe però bisogno di tempi lunghi e il timore è che sia necessario più del tempo messo a disposizione per completarne in passaggio. Preoccupazioni queste che si sono discusse nella riunione con il sindaco Mario Guarente nel Palazzo di città. Il secondo aspetto tenuto in grande considerazione al tavolo riguarda gli stipendi dei lavoratori: l’attuale gestione ne dovrà versare ancora due – e i ritardi non sono mancati in questi anni, l’ultimo a proposito delle spettanze di giugno – e trasferire poi 1,5 milioni di euro di Tfr al nuovo concessionario.
Intanto, tutto sommato, filtra soddisfazione tanto dall’Amministrazione comunale quanto dai sindacati di categoria per la scelta di un operatore che ha dimostrato solidità e serierà nella gestione del trasporto pubblico a Matera e – si spera – anche per il futuro prossimo del capoluogo lucano.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti