Le Cronache Lucane

AVIGLIANO, NUOVO FORMAT ALLA SAGRA DEL BACCALÀ

Anche conosciuta come “Giornate del commercio e dell’artigianato”: non solo gastronomia per i tre giorni di evento

La 26esima edizione della Sagra del Baccalà di Avigliano, anche conosciuta come “Giornate del
commercio e dell’artigianato”, che si terrà nei giorni 19, 20 e 21 agosto, arriva sull’onda di un
evidente entusiasmo, legato alle importanti innovazioni che caratterizzano l’edizione 2022 rispetto
a quelle precedenti.

Innanzitutto il numero dei partecipanti. Ben 26 operatori, aviglianesi e non solo, con quasi tutti i
ristoratori locali “in campo” che sono tornati a partecipare alla sagra, dopo qualche edizione, alla
storica manifestazione aviglianese.

Elemento nuovo per dare supporto arriva dalla nuova amministrazione comunale, che per
favorire la ripresa dell’evento dopo lo stop della pandemia, ha deciso di
sollevare i partecipanti da una serie di costi legati alla logistica e alle postazioni stand, all’energia
straordinaria, alla SIAE, al suolo pubblico e così via.

Una sagra dunque in cui il baccalà, elemento forte e caratteristico della tradizione gastronomica
aviglianese, verrà proposto in tutte le soluzioni possibili, accompagnato da espositori che sapranno
richiamare anche gli altri elementi della tradizione, come l’artigianato locale con la presenza della
celebre “balestra aviglianese”.

Ma anche una sagra formato famiglia, con la predisposizione di un’area giochi attrezzata per i più
piccoli e la presenza di spettacoli itineranti lungo il percorso, che partirà dal piazzale della Stazione
lungo Viale Verrastro e terminerà in Piazza Gianturco.

Previste poi una serie di novità durante le tre giornate, come il “concorso gastronomico di idee”
voluto dall’amministrazione comunale e che vedrà i ristoratori del posto “sfidarsi” a suon di ricette
innovative sempre a base di baccalà, ovvero il “baccapranzo”, un pranzo di comunità introdotto per
la prima volta e previsto per il terzo giorno di sagra, che si terrà in Piazza Gianturco il giorno 21
agosto, aperto a tutta la cittadinanza.

Durante i tre giorni ci saranno poi altre attività, anche durante la mattina, come l’esibizione dello
chef Rocco Rosa prevista per il giorno 20 agosto presso il Chiostro della casa comunale, che
cucinerà il piatto vincitore del concorso gastronomico 2021, e la contestuale esibizione dello chef
Angelo Galasso, un altro aviglianese che ha già avviato da qualche anno un ristorante in Belgio e

che propone fuori dai confini nazionali piatti che partono proprio dalla tradizione gastronomica
locale.
L’apertura degli stand è prevista per tutte e tre le sere alle ore 19:00 e il programma integrale della
manifestazione è consultabile sulle pagine social del Comune di Avigliano. Maggiori dettagli
verranno forniti dal Sindaco e dalla Giunta nel corso della conferenza stampa di presentazione
della manifestazione, prevista per il giorno 19 agosto ore 10:30 presso il Chiostro di Palazzo di
Città.

Le parole del primo cittadino di Avigliano, l’Avv. Giuseppe Mecca: “Proponiamo un format molto
diverso rispetto al passato, senza perdere tuttavia gli elementi caratteristici della sagra, ma con
l’introduzione di una serie di elementi che possono rilanciarla con vigore e dare una spinta nuova
alla manifestazione, garantendole un prosieguo florido nei prossimi anni. Devo ringraziare
innanzitutto i miei uffici, perché abbiamo lavorato moltissimo su questo evento, spesso anche oltre
l’orario di lavoro, e anche i ristoratori e tutti i partecipanti che hanno colto con entusiasmo l’invito a
prendere parte alla manifestazione e a mettersi in gioco in un momento storico così particolare e
delicato. Si tratta della prima sagra del baccalà post pandemia, ed anche per questa ragione
abbiamo massimizzato gli sforzi e il supporto agli operatori affinché possa essere per Avigliano
una bella vetrina da mostrare alle migliaia di persone che annualmente raggiungono la Città da
ogni parte della regione ed anche da altre regioni”

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti