Le Cronache Lucane

ARRIVA A SAN FELE IL “BIBLIOMOTOCCARRO”

Nell’era del “digitale” il maestro La Cava porta avanti la diffusione della cultura “autentica” fatta di libri e storie

La storia raccontata dal maestro Antonio La Cava è solo una delle tante racchiuse nei libri del «bibliomotocarro» la biblioteca viaggiante che porta i libri tra le gente, un Ape car trasformato affinché «ogni bambino abbia il diritto di avere tra le mani il libro che desidera».

La Cava e la sua biblioteca su ruote fanno tappa a San Fele. Già insignito del titolo di Commendatore dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il maestro in pensione, da anni gira per colline e montagne, paesi e città della Basilicata, portando i libri ai bambini e alle loro famiglie. L’idea nasce dalla preoccupazione di La Cava nel vedere una continua disaffezione nei confronti della cultura e preoccupandosi di dover fare qualcosa, quasi un “dovere” dal significato sociale, etico.  La scelta del motocarro è stata un’idea vincente: il maestro aveva capito che “bisognava portare i libri in giro, e quindi scomodarli. Però farlo con un mezzo umile, semplice, povero. Il motocarro arriva in qualsiasi posto e così il libro arriva ovunque”.

In tempi di Social Network, eventi a tema ed ebook, c’è chi continua a portare avanti la diffusione della cultura “autentica”, fatta di manualità e di contatto, dell’odore di carta stampata e del suono delle pagine da voltare.

E così, instancabile, può succedere di viaggiare per centinaia di chilometri in un solo giorno, con lo scopo di portare in prestito un unico testo ad un bambino che lo attende.

La biblioteca mobile riesce ad ospitare fino a 700 testi, pronti per essere dati in prestito gratuitamente ai bambini e che vengono raccontati da Antonio stesso, sempre disponibile a narrare storie.

L’avventura del maestro in pensione è iniziata nel 1999 e, a distanza di oltre vent’anni, sembra inarrestabile.

 

 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti