Le Cronache Lucane

LA CURA PER BRUNO MASTROIANNI : “LA TRACCIA DI MATURITÀ 2022”

È docente presso Uninettuno e collaboratore del dipartimento di Filosofia dell’Università di Perugia

BRUNO MASTROIANNI

IL POTERE DELLA CURA


Bruno Mastroianni, giornalista e filosofo, tiene corsi sull’etica della comunicazione digitale per aziende e organizzazioni non profit e in corsi e master di vari atenei italiani. Insegna comunicazione presso Uninettuno e collabora con il dipartimento di filosofia dell’Università di Perugia.

Bruno Mastroianni è un filosofo, giornalista e scrittore italiano, autore di Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello(Longanesi, 2018).

Consulente per i social media per alcune trasmissioni Rai, è anche esperto in relazioni con i media, in comunicazione di crisi e in media training per istituzioni sociali e religiose.

È docente presso Uninettuno e collaboratore del dipartimento di Filosofia dell’Università di Perugia.

Tra i suoi altri titoli si ricordano Parlare di fede in tv. Breve corso di media training per farsi capire sul piccolo schermo (Edusc, 2015, con Raffaele Buscemi) e La disputa felice. Dissentire senza litigare sui social network, sui media e in pubblico(Cesati, 2017).

🔹Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello

🔹La disputa felice. Dissentire senza litigare sui social network, sui media e in pubblico

🔹Litigando si impara. Disinnescare l’odio online con la disputa felice

🔹Benedetta contaminazione

🔹Competing, cooperating, deciding: towards a model of deliberative debate. Ediz. italiana e inglese

🔹La missione digitale. Comunicazione della Chiesa e social media

🔹La relazione con i media. L’ufficio stampa delle istituzioni senza scopo di lucro

🔹Parlare di fede in TV. Breve corso di Media Training per farsi capire sul piccolo schermo

BUONA VISIONE E BUON ASCOLTO DI RIFLESSIONE CONDIVISA DIRETTA FACEBOOK 
https://www.facebook.com/100078199044560/videos/1243242383143891/?d=n

𝗖𝗢𝗡𝗢𝗦𝗖𝗜𝗔𝗠𝗢 𝗜 𝗣𝗥𝗢𝗧𝗔𝗚𝗢𝗡𝗜𝗦𝗧𝗜 𝗗𝗘𝗟 𝗙𝗘𝗦𝗧𝗜𝗩𝗔𝗟

Ve le ricordate le tracce della maturità 2022?

Tra gli autori scelti per la prima prova della Maturità 2022 c’era anche Bruno Mastroianni, che con Vera Gheno ha scritto il libro #TieniloAcceso da cui è stata tratta una delle tracce…

𝗹𝗹 𝗳𝗶𝗹𝗼𝘀𝗼𝗳𝗼, 𝗴𝗶𝗼𝗿𝗻𝗮𝗹𝗶𝘀𝘁𝗮, 𝗲 𝗰𝗼𝗹𝗹𝗮𝗯𝗼𝗿𝗮𝘁𝗼𝗿𝗲 𝗱𝗶 𝗥𝗮𝗶𝗣𝗹𝗮𝘆 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝘀𝗼𝗰𝗶𝗮𝗹 𝗺𝗲𝗱𝗶𝗮 𝘀𝘁𝗿𝗮𝘁𝗲𝗴𝗶𝘀𝘁 che gestisce account social di alcune trasmissioni, come Superquark e Techetechete) con noi il 29 luglio alle ore 20:00 in Piazza del Sedile di Potenza per raccontarci del suo libro, dei rischi della rete, di comunicazione on line e di web reputation.

𝐿𝑎 𝑠𝑖𝑛𝑜𝑠𝑠𝑖 di TIENILO ACCESO
𝑄𝑢𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑙𝑖𝑏𝑟𝑜 𝑝𝑎𝑟𝑙𝑎 𝑑𝑖 𝑛𝑜𝑖, 𝑝𝑒𝑟𝑠𝑜𝑛𝑒 𝑐𝑜𝑛𝑛𝑒𝑠𝑠𝑒 𝑡𝑟𝑎𝑚𝑖𝑡𝑒 𝑖 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑎𝑙 𝑛𝑒𝑡𝑤𝑜𝑟𝑘 𝑐𝑜𝑛 𝑙𝑒 𝑝𝑎𝑟𝑜𝑙𝑒, 𝑓𝑜𝑟𝑠𝑒 𝑙𝑜 𝑠𝑡𝑟𝑢𝑚𝑒𝑛𝑡𝑜 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑖𝑚𝑚𝑒𝑑𝑖𝑎𝑡𝑜 𝑒 𝑝𝑜𝑡𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑎𝑏𝑏𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑎 𝑑𝑖𝑠𝑝𝑜𝑠𝑖𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑖𝑛 𝑞𝑢𝑎𝑛𝑡𝑜 𝑒𝑠𝑠𝑒𝑟𝑖 𝑢𝑚𝑎𝑛𝑖. 𝐸𝑝𝑝𝑢𝑟𝑒, 𝑠𝑝𝑒𝑠𝑠𝑜 𝑙𝑒 𝑢𝑠𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑖𝑛 𝑚𝑎𝑛𝑖𝑒𝑟𝑎 𝑓𝑟𝑒𝑡𝑡𝑜𝑙𝑜𝑠𝑎 𝑒 𝑠𝑢𝑝𝑒𝑟𝑓𝑖𝑐𝑖𝑎𝑙𝑒, 𝑠𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑣𝑎𝑙𝑢𝑡𝑎𝑟𝑛𝑒 𝑙𝑒 𝑐𝑜𝑛𝑠𝑒𝑔𝑢𝑒𝑛𝑧𝑒. 𝑃𝑜𝑖𝑐ℎ𝑒́ 𝑙𝑒 𝑝𝑜𝑠𝑠𝑖𝑏𝑖𝑙𝑖𝑡𝑎̀ 𝑑𝑖 𝑓𝑟𝑎𝑖𝑛𝑡𝑒𝑛𝑑𝑖𝑚𝑒𝑛𝑡𝑖, 𝑜𝑠𝑡𝑖𝑙𝑖𝑡𝑎̀ 𝑒 𝑖𝑛𝑡𝑒𝑟𝑝𝑟𝑒𝑡𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑖 𝑑𝑖𝑠𝑡𝑜𝑟𝑡𝑒 𝑑𝑒𝑖 𝑓𝑎𝑡𝑡𝑖 𝑠𝑜𝑛𝑜 𝑚𝑎𝑠𝑠𝑖𝑚𝑒 𝑙𝑎𝑑𝑑𝑜𝑣𝑒 𝑛𝑜𝑛 𝑝𝑜𝑠𝑠𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑔𝑢𝑎𝑟𝑑𝑎𝑟𝑐𝑖 𝑖𝑛 𝑓𝑎𝑐𝑐𝑖𝑎, 𝑖𝑛 𝑟𝑒𝑡𝑒 𝑒 𝑖𝑛 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖𝑐𝑜𝑙𝑎𝑟𝑒 𝑠𝑢𝑖 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑎𝑙 𝑛𝑒𝑡𝑤𝑜𝑟𝑘 𝑙𝑒 𝑝𝑎𝑟𝑜𝑙𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑠𝑐𝑒𝑔𝑙𝑖𝑎𝑚𝑜 ℎ𝑎𝑛𝑛𝑜 𝑢𝑛 𝑝𝑒𝑠𝑜 𝑚𝑎𝑔𝑔𝑖𝑜𝑟𝑒, 𝑠𝑢 𝑑𝑖 𝑛𝑜𝑖 𝑒 𝑠𝑢 𝑐ℎ𝑖 𝑐𝑖 𝑠𝑡𝑎 𝑎𝑡𝑡𝑜𝑟𝑛𝑜. 𝐼𝑛𝑓𝑎𝑡𝑡𝑖 𝑜𝑔𝑔𝑖 𝑙𝑎 𝑐𝑜𝑚𝑢𝑛𝑖𝑐𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑠𝑢𝑙 𝑤𝑒𝑏 𝑎𝑝𝑝𝑎𝑟𝑒 𝑎𝑣𝑣𝑒𝑙𝑒𝑛𝑎𝑡𝑎 𝑑𝑎𝑙 𝑏𝑢𝑙𝑙𝑖𝑠𝑚𝑜, 𝑑𝑎𝑙𝑙𝑒 𝑛𝑜𝑡𝑖𝑧𝑖𝑒 𝑓𝑎𝑙𝑠𝑒 𝑒 𝑑𝑎𝑖 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑖𝑛𝑢𝑖 𝑐𝑜𝑛𝑓𝑙𝑖𝑡𝑡𝑖. 𝐶𝑖 𝑠𝑒𝑛𝑡𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑖𝑛𝑡𝑟𝑎𝑝𝑝𝑜𝑙𝑎𝑡𝑖 𝑑𝑎𝑙𝑙’𝑜𝑑𝑖𝑜, 𝑑𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑝𝑎𝑢𝑟𝑎 𝑒 𝑑𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑑𝑖𝑓𝑓𝑖𝑑𝑒𝑛𝑧𝑎.
𝐿𝑎 𝑣𝑒𝑟𝑖𝑡𝑎̀ 𝑒̀ 𝑐ℎ𝑒 𝑠𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑑𝑖𝑣𝑒𝑛𝑡𝑎𝑡𝑖 𝑖𝑝𝑒𝑟𝑐𝑜𝑛𝑛𝑒𝑠𝑠𝑖, 𝑣𝑖𝑣𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑒𝑚𝑝𝑜𝑟𝑎𝑛𝑒𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑜𝑓𝑓𝑙𝑖𝑛𝑒 𝑒 𝑜𝑛𝑙𝑖𝑛𝑒 𝑒𝑑 𝑒̀ 𝑢𝑛𝑎 𝑐𝑜𝑛𝑑𝑖𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑐𝑜𝑚𝑝𝑙𝑒𝑠𝑠𝑎, 𝑐ℎ𝑒 𝑜𝑐𝑐𝑜𝑟𝑟𝑒 𝑖𝑚𝑝𝑎𝑟𝑎𝑟𝑒 𝑎 𝑔𝑒𝑠𝑡𝑖𝑟𝑒. 𝑁𝑜𝑛 𝑒𝑠𝑖𝑠𝑡𝑜𝑛𝑜 𝑓𝑜𝑟𝑚𝑢𝑙𝑒 𝑚𝑎𝑔𝑖𝑐ℎ𝑒 𝑚𝑎, 𝑛𝑒𝑙 𝑠𝑢𝑜 𝑝𝑖𝑐𝑐𝑜𝑙𝑜, 𝑐𝑖𝑎𝑠𝑐𝑢𝑛𝑜 𝑑𝑖 𝑛𝑜𝑖 𝑝𝑢𝑜̀ 𝑓𝑎𝑟𝑒 𝑙𝑎 𝑑𝑖𝑓𝑓𝑒𝑟𝑒𝑛𝑧𝑎, 𝑐𝑢𝑟𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑐𝑜𝑛 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑎𝑡𝑡𝑒𝑛𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑖𝑙 𝑚𝑜𝑑𝑜 𝑖𝑛 𝑐𝑢𝑖 𝑣𝑖𝑣𝑒 – 𝑒 𝑞𝑢𝑖𝑛𝑑𝑖 𝑝𝑎𝑟𝑙𝑎 – 𝑖𝑛 𝑟𝑒𝑡𝑒: 𝑑𝑖 𝑠𝑒́, 𝑑𝑖 𝑐𝑖𝑜̀ 𝑐ℎ𝑒 𝑎𝑐𝑐𝑎𝑑𝑒, 𝑑𝑒𝑔𝑙𝑖 𝑎𝑙𝑡𝑟𝑖 𝑒 𝑐𝑜𝑛 𝑔𝑙𝑖 𝑎𝑙𝑡𝑟𝑖. 𝐿𝑎 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑎 𝑣𝑖𝑡𝑎 𝑖𝑛𝑡𝑒𝑟𝑐𝑜𝑛𝑛𝑒𝑠𝑠𝑎 𝑛𝑜𝑛 𝑑𝑖𝑝𝑒𝑛𝑑𝑒, 𝑖𝑛 𝑢𝑙𝑡𝑖𝑚𝑎 𝑖𝑠𝑡𝑎𝑛𝑧𝑎, 𝑑𝑎𝑔𝑙𝑖 𝑠𝑡𝑟𝑢𝑚𝑒𝑛𝑡𝑖 𝑒 𝑑𝑎𝑔𝑙𝑖 𝑎𝑙𝑔𝑜𝑟𝑖𝑡𝑚𝑖, 𝑒 𝑛𝑒𝑚𝑚𝑒𝑛𝑜 𝑑𝑎𝑖 𝑝𝑟𝑜𝑝𝑟𝑖𝑒𝑡𝑎𝑟𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑝𝑖𝑎𝑡𝑡𝑎𝑓𝑜𝑟𝑚𝑒: 𝑠𝑡𝑎 𝑎 𝑛𝑜𝑖 𝑠𝑐𝑒𝑔𝑙𝑖𝑒𝑟𝑒 𝑐ℎ𝑖 𝑠𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑒 𝑐𝑜𝑠𝑎 𝑣𝑜𝑔𝑙𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑖𝑛 𝑟𝑒𝑡𝑒.
𝑈𝑛𝑎 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑜𝑙𝑖𝑛𝑔𝑢𝑖𝑠𝑡𝑎 𝑒 𝑢𝑛 𝑓𝑖𝑙𝑜𝑠𝑜𝑓𝑜 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑐𝑜𝑚𝑢𝑛𝑖𝑐𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒, 𝑒𝑠𝑝𝑒𝑟𝑡𝑖 𝑛𝑎𝑣𝑖𝑔𝑎𝑛𝑡𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑟𝑒𝑡𝑒, 𝑐𝑖 𝑖𝑛𝑑𝑖𝑐𝑎𝑛𝑜 𝑢𝑛𝑎 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑠𝑡𝑟𝑎𝑑𝑒 𝑑𝑎 𝑝𝑒𝑟𝑐𝑜𝑟𝑟𝑒𝑟𝑒 𝑝𝑒𝑟 𝑣𝑖𝑣𝑒𝑟𝑒 𝑖𝑛 𝑚𝑜𝑑𝑜 𝑓𝑖𝑛𝑎𝑙𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑙𝑖𝑏𝑒𝑟𝑜 𝑙𝑒 𝑟𝑖𝑐𝑐ℎ𝑒𝑧𝑧𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑖𝑙 𝑤𝑒𝑏 𝑒 𝑖 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑎𝑙 𝑐𝑖 𝑜𝑓𝑓𝑟𝑜𝑛𝑜: 𝑖𝑚𝑝𝑎𝑟𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑎 𝑝𝑎𝑑𝑟𝑜𝑛𝑒𝑔𝑔𝑖𝑎𝑟𝑙𝑖 𝑠𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑙𝑎𝑠𝑐𝑖𝑎𝑟𝑐𝑒𝑛𝑒 𝑠𝑐ℎ𝑖𝑎𝑐𝑐𝑖𝑎𝑟𝑒, 𝑎 𝑑𝑒𝑐𝑖𝑓𝑟𝑎𝑟𝑛𝑒 𝑖 𝑚𝑒𝑠𝑠𝑎𝑔𝑔𝑖 𝑠𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑓𝑎𝑟𝑐𝑖 𝑚𝑎𝑛𝑖𝑝𝑜𝑙𝑎𝑟𝑒, 𝑎 𝑐𝑎𝑝𝑖𝑟𝑒 𝑒 𝑓𝑎𝑟𝑐𝑖 𝑐𝑎𝑝𝑖𝑟𝑒 𝑎𝑡𝑡𝑟𝑎𝑣𝑒𝑟𝑠𝑜 𝑢𝑛𝑎 𝑠𝑐𝑒𝑙𝑡𝑎 𝑎𝑐𝑐𝑜𝑟𝑡𝑎 𝑒 𝑐𝑜𝑛𝑠𝑎𝑝𝑒𝑣𝑜𝑙𝑒 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑝𝑎𝑟𝑜𝑙𝑒.

Chi sono

Ho un chiodo fisso: la comunicazione. Soprattutto quando è comunicazione di crisi, quando le cose non funzionano, quando c’è dissenso e ci sono discussioni che rischiano di sfociare in litigi: quegli “errori” sono preziosi e ci dicono qualcosa sul nostro modo di entrare in relazione, di conoscere, di essere.
Mi sono laureato in filosofia e questo è un bene: la comunicazione è una cosa troppo seria per lasciarla solo ai comunicatori.

Senza spocchia però, anche perché faccio parte della categoria: sono giornalista e mi occupo di comunicazione digitale.

Collaboro con RaiPlay come social media strategist.
Gestisco gli account social di RaiTeche e di alcune trasmissioni, in particolare Superquark e Techetechete.
In passato mi sono occupato di comunicazione in ambito istituzionale, sociale e culturale dove ho maturato soprattutto esperienze di dialogo, di confronto e di gestione di comunicazione di crisi.

Insegno Teoria e pratica dell’argomentazione digitale presso l’Università di Padova.
Sono assegnista di ricerca presso il Dipartimento di lettere e filosofia dell’Università di Firenze con una ricerca su “Comunicazione, informazione e conoscenza nella società digitale iperconnessa”

Sono docente esterno del Master in Pubblicità, Comunicazione e Creazione di Eventi nella stessa università. 

Tengo corsi e conferenze sugli aspetti antropologici della comunicazione, sulle discussioni online e sulla comunicazione di crisi.
Ho dedicato a questi temi due volumi: Litigando si imparaLa disputa felice oltre a una serie di saggi e articoli.

Sono presidente del comitato scientifico di #InspiringPR il Festival delle relazioni pubbliche che si svolge a Venezia ogni anno, organizzato da Ferpi Triveneto.

Faccio parte del comitato scientifico di Campus Futuro, una realtà formativa che si occupa di digital humanities che ha sede a Piazzola sul Brenta.
Sono nel comitato scientifico di Fondazione Italia Digitale che ha lo scopo contribuire allo sviluppo di politiche legate al mondo digitale.

In questo blog raccolgo ciò che scrivo, in particolare coltivo una #guidasocial su come stiamo online, ma soprattutto teorizzo la #disputafelice: la necessità di imparare a comunicare facendosi capire innanzitutto e soprattutto da chi ha opinioni diverse e non è d’accordo. 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti