Le Cronache Lucane

POLICORO, GALLITELLI : ” UNA GESTIONE AMMINISTRATIVA FALLIMENTARE “

Il Consigliere Comunale Benedetto Gallitelli ha esposto alcune sue riflessioni riguardo l’attuale gestione amministrativa di Policoro

Il Consigliere Comunale Benedetto Gallitelli, portavoce del gruppo politico “Rete Civica” di Policoro ha espresso in un comunicato alcune riflessioni riguardanti l’attuale gestione amministrativa della città.
« In questi giorni sto provando ad analizzare – dichiara Gallitelli – quanto è avvenuto negli ultimi tempi nella politica amministrativa di Policoro. I gruppo politico che fa capo a Marrese, Carrera, Carretta, dopo aver determinato quattro crisi politiche, conseguenti a forti polemiche con alcuni esponenti della maggioranza hanno indotto alle dimissioni dell’ex vice Sindaco e per solidarietà il disimpegno dalla maggioranza dei Consiglieri Carretta e Carrera. Quest’ultima tra l’altro – prosegue i Consigliere – dopo aver accettato l’invito del Sindaco di entrare in giunta si è sfilata all’ultimo momento avviando un scontro politico tra Leu e Pd sostenendo che ” dopo un periodo segnato da divisioni e incertezze, ritengo ancora più incomprensibile e inaccettabile l’attuale situazione di paralisi che di fatto si è determinata nell’amministrazione” (Ranù e Mitidieri ). Lo scontro politico tra ex alleati non ha consentito l’approvazione del bilancio di previsione nei termini di legge, ovvero entro il 31 luglio 2021. Il Sindaco Mascia per superare lo scoglio più difficile della sua sindacatura, nel consiglio comunale del 24 agosto si è avvalso della presenza del Consigliere Modarelli per approvare il bilancio di previsione con 8 voti favorevoli ed uno contrario, scongiurando di fatto il commissariamento del nostro comune ».
« Va comunque fatto rilevare – continua Gallitelli – che la mancata approvazione del bilancio, nei termini stabiliti dalla legge, ha fatto perdere il diritto di esenzione della Tari a 195 famiglie povere di Policoro e la riduzione del 16 % delle attività commerciali per un importo complessivo di € 169.589.
Questo atto di irresponsabilità politica dei Consiglieri Carrera e Caretta mi è sembrato ancora più grave – prosegue il Consigliere Gallitelli – perché dopo aver gestito il bilancio fino a quel momento, con il loro comportamento hanno preferito la lotta politica tra partiti anziché gli interessi dei cittadini poveri e dei commercianti, già fortemente penalizzati per le restrizioni Covid. Inoltre sei crisi amministrative in circa quattro anni di amministrazione, hanno fatto venire meno la visione della politica e la sua stessa credibilità. Questi protagonismi politici di basso livello hanno anche di fatto fuorviato un’azione politica concreta riguardante la rimozione del famoso tubo sul Canale 7 (Marinagri) la cui presenza continua ad essere un grosso problema di sicurezza per i cittadini e impedire investimenti turistici su un’area di oltre 100 ha. Chiaramente non possono – continua Gallitelli – essere sottaciute le problematiche dell’area artigianale che a tutt’oggi ancora attende la messa in esercizio della rete fognante, nel momento in cui si avverte già il suo ampliamento. Un’altra nota dolente della rissosità dell’ex maggioranza ha riguardato la perdita di investimenti ( un milione di euro per la realizzazione di nuovi plessi scolastici, la mancata candidatura di finanziamenti tutto a carico dello Stato di 5 milioni di euro sulla rigenerazione urbana ecc. ) mentre questi misfatti amministrativi si sono consumati, si registra una modesta riscossione del recupero dell’evasione tributaria che ad oggi ha raggiunto un mancato introito nelle casse del comune di circa meno 8, 5 milioni di euro, infine – prosegue il Consigliere – per non farci mancare niente, entro dicembre 2021 è prevista una variazione di bilancio di 230. 000, 00 euro per garantire il conferimento dei rifiuti urbani in discarica. Nel prendere atto che l’attuale giunta ha dato segnali positivi sotto l’aspetto della programmazione politica, mi sembra comunque che la macchina amministrativa proceda a rilento e le risposte ai ritardi operativi prodotti negli anni passati, continuano a provocare notevoli disagi nei servizi pubblici (spazi scolastici inadeguati, marciapiedi impraticabili, mancanza di bagni pubblici ecc. ) e tale fardello – conclude Gallitelli – peserà negativamente sull’economia locale e sulle spalle delle future generazioni. Cari concittadini, certamente i tempi sono difficili, le prospettive molto incerte, mi auguro che la crescita culturale con la “c” maiuscola contribuirà alla ripresa della nostra Policoro, città leader del Metapontino ».

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti