Le Cronache Lucane

PORTALE “MATERA WELCOME”: SOLLEVATI DUBBI SU FUNZIONALITÀ E COSTO DEL SITO

MATERA Gli operatori turistici continuano ad essere scontenti e chiedono a gran voce al sindaco un assessore ad hoc per il turismo

MATERA. A chi fosse curioso di conoscere il prossimo assegnatario dell’importante assessorato al turismo nel rimpasto di Giunta, per avere la risposta sarà sufficiente leggere il post social di qualche giorno fa del Sindaco Bennardi in cui il primo cittadino nel commentare con soddisfazione il tutto esaurito nel ponte di Ognissanti nella città dei Sassi, ha fatto anche gli elogi all’attuale “assessore al turismo” che, ha detto Bennardi: «Insieme all’assessore alla cultura, agli uffici del turismo, della cultura e del cinema del Comune di Matera ha lavorato intensa-mente».
Ora se consideriamo che la delega all’assessorato al turismo la detiene il Sindaco stesso, è evidente non intende affatto mollarla. È pur vero che delle voci avevano ipotizzato una nuova delega al turismo a Tiziana D’Oppido attuale assessore alla cultura, ma se questo accadesse ciò significherebbe smentire tutti i successi che il sindaco si è auto-attribuito. E in effetti sono stati proprio i risultati turistici positivi di cui il Sindaco si è vantato che hanno sollevato alcune segnalazioni provenienti dal mondo del turismo materano. Cronache Lucane ha raccolto quelle voci che da più parti hanno espresso malcontento proprio circa l’incompleta realizzazione e di conseguenza l’eccessivo costo del sito web “Matera Welcome”.
Quest’ultimo è un portale web che lo ricordiamo dovrebbe essere il fiore all’occhiello del programma di rilancio turistico materano da parte dell’amministrazione Bennardi. Tale sito che venne commissionato a marzo scorso per «l’implementazione di un sistema informativo web + app al servizio dei turisti e degli operatori turistici», e che avrebbe dovuto costituire un «punto informativo virtuale» che l’amministrazione auspicava di poter utilizzare già in occasione del G20 di giugno. Ma in realtà il portale, con un costo di oltre 45mila euro, sarebbe dovuto essere interattivo, vale a dire corredato da una “app” che invece non è stata mai realizzata. È pur vero che finora il Comune avrebbe liquidato alla ditta materana che ha eseguito il sito, solo un terzo della somma prevista, vale a dire circa 15mila euro, ma resterebbe comunque il fatto, secondo gli addetti al settore turistico, che: «Anche una somma simile sarebbe eccessiva rispetto alle utilità semplicemente didascaliche del sito che così rimante un por-tale molto costoso e poco interattivo».
Su un altro profilo ci è stato fatto osservare che con la determina dirigenziale stessa che ha autorizzato al pagamento della somma ridotta appena citata, viene “preso atto” da parte dell’amministrazione che rispetto ad alcune «Informazioni funzionali al sito, l’Ente stesso e gli attori interessati non sono ancora riusciti a trasmetterle completamente all’Ufficio Turismo». E dunque proprio il malcontento sull’operatività da parte dell’ Ente, starebbe inducendo alcuni componenti consiliari, associazioni di categoria e addetti ai lavori a fare pressing sul Sindaco nella dire-zione di un settore amministrativo del turismo materano che, come essi hanno detto: «Abbia maggiore efficienza, competenza, operatività e soprattutto che abbia un proprio assessore ad hoc».
Del resto il Sindaco stesso ha riconosciuto che: «Il turismo a Matera è ormai tra le nostre più importanti fonti di provento e lavoro», e a maggior ragione, si è fatto osservare da più parti che «è necessario che l’amministrazione assista gli operatori del settore in modo adeguato».

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti