Le Cronache Lucane

L’IRA DI FORZA ITALIA CONTRO MODARELLI PER AVER FATTO DA STAMPELLA A MASCIA

POLICORO Il voto del forzista a favore del sindaco di centrosinistra fa infuriare Leone, Cupparo e Piro che danno un aut aut ai vertici del partito

POLICORO. Il day after del Consiglio Comunale è stato ancora più rovente di quello dei lavori consiliari che hanno visto all’ordine del giorno, come unico punto, l’approvazione del Bilancio di previsione del Comune di Policoro.
Un Consiglio in cui tutti avrebbero scommesso sull’assenza di voti per il sindaco Mascia che ormai, da diversi mesi a questa parte, si regge sul filo del rasoio con la sua maggioranza. Numerose le grane interne alla sua stessa Giunta che lo hanno visto alle prese con diversi rimpasti, non tutti andati a buon fine. Eppure ad evitare il Commissariamento del comune materano che tutti davano per certo è stato un consigliere di opposizione, almeno fi-no a ieri verrebbe da dire. Gianluca Modarelli consigliere comunale di Forza Italia con il suo voto a favore ha evitato il commissariamento per l’amministrazione guidata dal sindaco di centrosinistra. Una scelta certamente personale che ha però avuto ripercussioni non di poco conto anche sulle dinamiche politiche. Gli esponenti di Forza Italia non hanno fatto mancare il loro dissenso invocando i vertici nazionali e locali a scendere in campo con una scelta definita «folle».. Dai vertici, tanto regionali quanto nazionali, al momento non è emersa ancora alcuna dichiarazione ufficiale ma Cronache Lucane è riuscita a sapere che quanto prima (con i tempi e i modi che la politica richiede) verrà intrapresa certamente una azione nei confronti di Modarelli. Al momento a parlare, con toni certamente duri sono stati diversi esponenti regionali che senza troppi giri di parole hanno chiesto la testa del consigliere azzurro.

L’INDOMABILE LEONE: «ILPARTITO INTERVENGA O ESCO DA FI»
L’assessore regionale di FI Rocco Leone già sindaco di Policoro non ha preso per nulla bene la notizia del voto favorevole di Modarelli tanto da tuonare: «Io mi vergogno di tutto questo per cui, se Forza Italia non prenderà provvedimenti, io uscirò dal partito».
«Lo considero un atto grave e disdicevole, commesso in autonomia da un libero pensatore ma che non onora la politica che ha delle regole precise -ha sottolineato l’assessore regionale -Esiste una maggioranza ed una posizione ed i cittadini ti votano per collocarti in uno schieramento e, decidendo di uscire da questo schieramento, si tradisce il mandato elettorale. Ma il tradimento politico di Modarelli è soprattutto nei confronti della sua città perché va a prolungare l’agonia di un’Amministrazione assente da circa due anni e, l’ultimo danno che hanno fatto, è stata la perdita di circa 5 milioni di euro per la riqualificazione urbana. Cui si aggiunge un programma estivo che a Policoro, quest’anno, non c’è stato ed una Giunta monca».

CUPPARO: «UN ATTEGGIAMENTO CHE NUOCE FORTEMENTE AL NOSTRO PARTITO»
«Sono certo che i dirigenti del partito non possono tollerare un atteggiamento che nuoce fortemente al nostro partito perché non rispecchia la posizione di radicamento nel centrodestra e di opposizione al centrosinistra». Così l’assessore regionale di FI Franco Cupparo commenta quanto accaduto nel Consiglio comunale di Policoro. «Modarelli parla di posizione condivisa con dirigenti e pertanto si sollecita una precisazione da parte dei dirigenti per smentire. La riunione del gruppo dirigente a Roma ha sancito la volontà unanime prima di tutto di gestione collegiale del partito come condizione pregiudiziale per una maggiore e migliore presenza di Fi nei territori, tra gli iscritti, gli elettori e i nostri sostenitori. Pertanto sono fiducioso di un provvedimento consequenziale e coerente con gli impegni assunti alla presenza di Tajani» conclude Cupparo.

PIRO INVOCA L’INTERVENTO DEI VERTICI AZZURRI: «IN GIOCO C’È LA CREDIBILITÀ DEL PARTITO»
A fare eco alle richieste degli assessori regionali Leone e Cupparo con una azione netta del partito contro Modarelli anche il capogruppo di FI in Regione Francesco Piro: «Dopo quanto è accaduto al Comune di Policoro dove il consigliere eletto nella lista di Forza Italia ha fatto da “stampella” al sindaco e all’Amministrazione di centrosinistra, salvandoli dall’inevitabile e necessario scioglimento del Consiglio, c’è bisogno di una reazione forte e decisa del partito. Insieme all’assessore Leone sono in attesa, nelle prossime 48 ore, di un provvedimento adeguato alla gravità del comportamento attuato, prima di assumere nostre decisioni. In gioco c’è la credibilità e l’immagine del partito oltre che nell’importante città della provincia di Matera in tutta la Basilicata. Chi ha la massima responsabilità di direzione politica di Forza Italia in regione deve esercitarla senza tentennamenti e sottovalutazioni».

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti