Le Cronache Lucane

SCUOLA, MOLES: «RIMBORSI PER QUOTIDIANI E PERIODICI SEGNALE DI ATTENZIONE A GIOVANI»

Il sottosegretario all’Editoria spiega che: «È una misura in più, per la quale sono disponibili 13 milioni, che, insieme alle precedenti, evidenzia l’importanza del settore»

POTENZA. Sui quotidiani c’è quel che oggi non sta sui libri, ma domani potrebbe andarci. Questa distanza storica si può colmare proprio con la lettura in classe dei giornali. Leggerli guidati dai professori, fornisce ai giovani studenti l’aggiornamento sui fatti, li abitua alla interpretazione della realtà, li porta a conoscenza di scenari che in famiglia o da soli potrebbero non avere colto.
Una buona abitudine che consente di lavorare su competenze utili a diventare adulti nel mondo multipolare, complesso e in rapida evoluzione nel quale viviamo. È una forma di apprendimento complementare alle conoscenze basilari e tecniche, essenziali come la scrittura, il calcolo, l’inglese, fino ai più moderni linguaggi informatici. Eppure non tutte le scuole italiane diffondo questa buona abitudine. Il Governo ne è consapevole e per spronare gli Istituti scolastici a portare i quotidiani in classe ha messo in atto ben due contributi destinati a rimborsare (sino al 90 per cento della spesa sostenuta) le spese per l’acquisto dei giornali quotidiani, dei periodici e delle riviste scientifiche e di settore, nell’ambito delle due finalità relative al sostegno alla didattica e all’attivazione di specifici programmi per la promozione della lettura inseriti nei Piani dell’Offerta Formativa.
Una iniziativa importante che continua a vedere risultati, come annuncia il Sottosegretario all’Editoria e Vice Presidente dei Senatori di Forza Italia, Giuseppe Moles: La lettura in classe di quotidiani, periodici, riviste scientifiche e di settore e’ un esercizio indispensabile per la preparazione dei nostri giovani. In questo modo essi potranno familiarizzare con quelli che ritengo essere strumenti fondamentali per la loro formazione. Per questo motivo, con decreto del Capo del Dipartimento dell’Informazione ed Editoria, abbiamo predisposto due bandi che consentiranno a tutti gli istituti scolastici di fare domanda, dal 1 al 31 ottobre 2021, per accedere al rimborso, fino al 90%, dei costi sostenuti per l’acquisto di abbonamenti a quotidiani e periodici. E’ questa una misura in piu’, per la quale sono disponibili 13 milioni di euro, che, insieme alle precedenti, evidenzia l’importanza che stiamo riservando alle scuole ed ai nostri giovani».

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti