Le Cronache Lucane

VENOSA, VITO DE FILIPPO: «REINVESTIRE NELLA MEDICINA TERRITORIALE DIFFUSA GRAZIE AL PNRR»

Durante l’incontro nella casa del popolo è emerso quanto sia necessario investire risorse per migliorare la sanità lucana

Si è tenuto lunedì scorso a Venosa nella casa del popolo l’incontro “Pnrr: investire sulla sanità e sulla salute dei cittadini” organizzato dal locale circolo Pd e da Democratiche di Venosa al quale hanno partecipato anche gli onorevoli Beatrice Lorenzin e Vito De Filippo.
Si sono ripresi gli eventi del Partito democratico di Venosa, anche in concomitanza con l’avvio delle agorà lanciate da Enrico Letta, presenti la segretaria provinciale Maura Locantore e le donne democratiche rappresentate dalla Coordinatrice regionale Lucia Sileo e dalla coordinatrice Democratiche di Venosa Rossella Centrone. Il Pd e donne democratiche tornano a discutere di temi e trovare soluzioni attraverso confronti e valutazioni fondamentali mettendo le cittadine e i cittadini al centro della programmazione politica anche alla luce del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
Dalla discussione è emersa la «necessità di reinvestire nella sanità Lucana con una medicina territoriale diffusa, ora possibile grazie alle risorse del Recovery Plan» – afferma l’onorevole Vito De Filippo – «l’emergenza sanitaria, che stiamo ancora superando, ci lascia enormi questioni che richiedono un impegno totale e collettivo del PD: coraggio, capacità d’innovazione e di proposta politica». Telmo Petrelli segretario del circolo PD di Venosa commenta: «Mai come adesso il tema salute deve essere al centro dell’attenzione, punto primario da cui ripartire per affrontare sul piano sanitario emergenze e soluzioni che aiutino i cittadini a vivere meglio, restituendo loro la consapevolezza che la politica rimane sempre al loro servizio e che si preoccupa di programmare e di cercare di dare risposte». Per l’onorevole Lorenzin: «Si può avere un futuro solo attraverso scelte precise di un paese che decide di investire sulla sanità e sulla salute dei suoi cittadini. Vivere in una società che sta bene, più accogliente, meno violenta, che sa prendersi cura degli altri, a questo dobbiamo arrivare».
Alla luce delle difficoltà dovute alla pandemia la comunità ha dovuto affrontare i problemi legati ai servizi e alla salute. Spunti anche dai partecipanti in presenza che hanno arricchito la discussione e il confronto per meglio trovare soluzioni.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com