Le Cronache Lucane

PATRIMONIO ECCLESIASTICO E RICOSTRUZIONE POST SISMA: GLI AIUTI PER CHIESE E COMUNI

Nella pdl “omnibus” di Zullino anche la “riforma” del Corecom: i componenti rieleggibili, ma per una sola volta

Proroga del fondo regional ecclesiastico lucano sia per fini turistici che per la sicurezza strutturale degli edifici sia di culto che  destinati alle attività pastorali : la proposta è stata inserita nella pdl “ominibus” redatta, e già depositata, dal vice coordinatore regionale della Lega, Massimo Zullino.

Nel 2009, la Regione  in relazione ai contributi destinati al patrimonio storico-artistico religioso,  autorizzò un limite di impegno quindicennale di 500mila euro.

In anticipo rispetto alla scadenza stabilita a decorrere proprio dal 2009, l’intenzione di Zullino è quella di prorogare l’impegno di spesa citato per altri 15 anni e a partire dall’esercizio finanziario dell’anno in corso, il 2021.

Per ambiti applicativi differenti, in tema edilizia altri 2 sono gli articoli di legge contenuti nella pdl e destinato al patrimonio edilizio. La finalità dell’uno, che interessa le norme per l’esercizio delle funzioni regionali in materia di difesa del territorio dal rischio sismico, è quella di prevedere spese per istituire un elenco di professionisti da cui attingere per la velocizzazione delle istruttorie.

L’altro articolo, invece, riguardando le disposizioni sui fondi post sisma, punta  non solo alla ripartizione tra i Comuni delle risorse per la ricostruzione non spese e revocate, in aggiunta alle economie di spese maturate, ma anche allo stabilire più efficienti e precisi criteri. Di qui la lista dei casi rientranti nelle cosiddette «priorità di finanziamento». Come novità, verrebbe introdotta la possibilità di finanziamento, è nella seconda categoria di priorità, per gli immobili acquisiti al patrimonio comunale non alienati e che non siano già stati oggetto di un programma organico di intervento che tenga conto dell’esigenza di recupero del preesistente patrimonio edilizio e delle caratteristiche etnico-sociali, ambientali e culturali dell’assetto territoriale.

Con la proposta di legge “omnibus” inoltre, la formalizzazione dell’esenzione, per l’anno tributario 2021, della tassa automobilistica regionale per i veicoli utilizzati  per l’attività di trasporto di persone mediante servizio di noleggio autobus con conducente.

Altra novità che con la pdl “omnibus” la Lega punta a introdurre nel panorama normativo lucano, riguarda il Comitato regionale per le comunicazioni. Oltre a un previsto aumento delle indennità spettante al Presidente del Comitato e ai suoi componenti, incrementate rispettivamente al 50% e 25% dell’indennità di carica lorda del consigliere regionale, aumento che scatterebbe a partire dalla prossima legislatura, contemplata la possibilità della rielezione, ma «per una sola volta».

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com