Le Cronache Lucane

DURERÀ MOLTO POCO LA ZONA BIANCA IN SARDEGNA

Sabato in zona bianca, follia a Nuoro: maxi rissa tra decine di giovanissimi

Sabato in zona bianca, follia a Nuoro: maxi rissa tra decine di giovanissimi 

(FONTE: https://www.lanuovasardegna.it/nuoro/cronaca/2021/03/07/news/seuna-come-il-far-west-maxi-rissa-con-feriti-nel-cuore-di-nuoro-1.39995953/amp/)

Seuna come il Far West: maxi rissa con feriti nel cuore di Nuoro

Il quartiere è ancora terreno libero per le baby gang, indagini in corso

Alessandro Mele 07 Marzo, 2021

NUORO. Farwest in pieno centro storico.
Una maxi rissa si è scatenata nella nottata di ieri 6 marzo nella centralissima via Istiritta a poche centinaia di metri dalla chiesa di Nostra Signora delle Grazie.

Nonostante le lamentele dei residenti e le iniziative delle realtà sociali del quartiere, Seuna è ancora in pasto alle baby gang che continuano a seminare panico per le strade.

Secondo la ricostruzione dei fatti, sono venti le persone coivolte e diversi i feriti dopo lanci di sedie e di bottiglie di vetro.
I fatti della notte appena trascorsa sono già al vaglio degli inquirenti.

Primo sabato in zona bianca in Sardegna e davanti a un bar del centro storico a Nuoro scoppia il far west con maxi assembramento e lanci di sedie e di bottiglie.

Coinvolti una ventina di giovani senza mascherine che si accapigliano durante la rissa all’esterno del locale, nel quartiere di Seuna: il tutto ripreso dai cellulari dei giovani presenti, i cui video (in basso) ora spopolano sui social.

Sul posto sono arrivati con gli agenti delle volanti della Questura di Nuoro e i Carabinieri, ma i ragazzi si erano già volatilizzati.
Le forze dell’ordine hanno già acquisito i filmati e cercano di risalire agli autori.

IL VIDEO  

http://I dettagli https://www.sardiniapost.it/cronaca/sabato-in-zona-bianca-follia-a-nuoro-maxi-rissa-tra-decine-di-giovanissimi/
LIVE COVID-19 – Zona bianca in Sardegna, maxi-rissa a Nuoro. 5.300 tamponi durante il Festival di Sanremo. 1.399 nuovi casi nel Lazio. Speranza: “Le varianti faranno crescere la curva”

L’emergenza Coronavirus continua a non dare tregua non solo in Italia, ma in tutto il pianeta. Secondo i dati del ministero della Salute, nelle ultime 24 ore, i nuovi contagi sono 20.765, a fronte di 271.336 tamponi.
Il tasso di positività è al 7,6%.
I decessi sono 207. Vocegiallorossa.it vi terrà aggiornati con tutte le news più importanti.

18:29 – Primo sabato in zona bianca in Sardagna e davanti a un bar del centro storico a Nuoro scoppia il far west con maxi assembramento e lanci di sedie e di bottiglie. Coinvolti una ventina di giovani senza mascherine che si accapigliano durante la rissa all’esterno del locale, nel quartiere di Seuna: il tutto ripreso dai cellulari dei giovani presenti, i cui video ora spopolano sui social. Sul posto sono arrivati con gli agenti delle volanti della Questura di Nuoro e i Carabinieri, ma i ragazzi si erano già volatilizzati.  Le forze dell’ordine hanno già acquisito i filmati e cercano di risalire agli autori. 

18:05 – La Protezione Civile ha diramato il consueto bollettino inerente alla pandemia Coronavirus. I nuovi contagi sono 20.765, che portano il totale a 3.067.486. Nello specifico, rispetto a ieri, +7.050 attualmente positivi (472.862), +13.467 guariti (2.494.839), +207 decessi (99.875). I tamponi effettuati sono stati 271.336, per un’incidenza del 7,6%.

17:37 – Dei pazienti vaccinati in Israele con due dosi solo il 2.87% ha poi sofferto gravi casi di COVID-19. Lo rivelano nuovi dati diffusi dal ministero della sanità a testimonianza della capacità del vaccino di proteggere dall’infezione. Secondo la statistica dunque, su 6.905 malati gravi solo 175 erano quelli che erano stati immunizzati con due dosi. Dei restanti 5.920 pazienti, il 75% non è mai stato vaccinato. Inoltre, sempre secondo il ministero, nessuno dei decessi verificatisi a febbraio ha riguardato pazienti immunizzati. Nelle ultime 24 ore – da oggi scatta un forte allentamento delle restrizioni nel Paese – le nuove infezioni sono state 1.923 su circa 45mila tamponi effettuati, con un tasso di positività del 4.3% rispetto a circa oltre il 10% che era stato riscontrato a gennaio scorso. Scendono anche i malati gravi, ora a 724, mentre i decessi – da inizio pandemia – sommano a 5.861.

17:17 – È entrato in vigore il primo provvedimento dell’era Draghi. Il Comitato Tecnico Scientifico auspica un innalzamento delle misure, in particolare nelle aree dove vengono chiuse le scuole: “C’è grande preoccupazione”. Per ora nessun lockdown richiesto. Il Viminale annuncia più controlli sulla movida. Da lunedì scattano i nuovi cambi di colore per le Regioni.

16:54 – “Più che non accettare Draghi come premier, c’è una difficoltà oggettiva a condividere un’esperienza con forze politiche alternative rispetto alla nostra identità. Io ho dato disponibilità a fare parte di questo governo ma che ci sia un pezzo di elettorato che abbia disagio a vedere un governo con forze contrastanti tra loro è comprensibile”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Mezz’ora in più condotto da Lucia Annunziata su Rai3.

16:33 – Una macchina, una “bolla”, che ha saputo contenere il rischio contagio da COVID-19 quella messa in piedi dalla Rai per ilFestival di Sanremo: su ben 5.300 tamponi rapidi effettuati in una decina di giorni, solo 9 positivi, poi ridottisi a 8 dopo il test di verifica molecolare. Controlli che venivano effettuati con turnazione media di 48-72 ore a testa, ma in tantissime occasioni – specie per quanti per ragioni di attività all’Ariston – anche ogni 24 ore. 

16:10 – “Draghi ha svelato che il re è nudo, che l’Europa ha sbagliato strategia sui vaccini facendo firmare ai big pharma dei contratti capestro penalizzanti per gli stati membri. Giustissimo quindi lo stop all’export di vaccini che spettano all’Italia e agli altri paesi europei. È tempo di mettere da parte il business e pensare alla salute pubblica”. Così Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia, a Sky Tg24. “D’altra parte possiamo anche chiudere le Regioni, ma il virus corre sulle gambe degli uomini e si ferma solo con una campagna massiva e scientifica di vaccinazione. Abbiamo bisogno di più dosi e anche di un format nazionale di distribuzione che non penalizzi nessuno, come finora accaduto con Regioni che hanno vaccinato più di altre. Dobbiamo poter mixare diverse esigenze, arrivando a vaccinare contemporaneamente sia i giovanissimi che le persone più anziane, portando il vaccino fino a casa”, ha concluso Bernini.

15:51 – “Vaccinazioni dai medici di medicina generale in costante crescita. Raggiunte le 25 mila somministrazioni e sono 1.384 i medici già attivi nella campagna e che hanno ritirato almeno una fiala dei vaccini presso le farmacie delle Asl”. Così l’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato. “Vaccini anti COVID-19: viaggiamo ad una media di 18 mila somministrazioni al giorno – aggiunge -. Superata la quota delle 535 mila vaccinazioni somministrate totali nel Lazio”. Per quanto riguarda gli over 80 oggi è stata superata la quota delle 170 mila vaccinazioni “che rappresentano la metà delle perone prenotate over 80. Siamo la regione che ha vaccinato più anziani” sottolinea l’assessore. I caregiver dei soggetti in assistenza domiciliare integrata sottoposti a ventilazione meccanica assistita – viene spiegato – possono prenotare la vaccinazione chiamando il numero 06/164161841.

15:33 – “Oggi su quasi 12 mila tamponi nel Lazio (-2.215) e oltre 18 mila antigenici per un totale oltre di 30 mila test, si registrano 1.399 casi positivi (-164), 13 i decessi (=) e +943 i guariti”. Così l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “Diminuiscono i casi e le terapie intensive, mentre aumentano i ricoveri e sono stabili i decessi – aggiunge -. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende sotto al 4%. I casi a Roma città sono sotto quota 600. Superata oggi la soglia dei 200 mila guariti”.

15:04: “Quello che mi aspetto è che l’impatto della variante possa far crescere la curva, quindi mi aspetto che altre regioni vadano verso il rosso con ordinanze di natura restrittiva. Le misure dobbiamo adeguarle all’andamento della curva epidemiologica e valuteremo di giorno in giorno l’andamento della curva “. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Mezz’ora in più condotto da Lucia Annunziata su Rai3.

14:26 – Sono sedici le persone identificate da carabinieri di Torino durante un party in un locale di via Lanzo, nella periferia nord della città. Qui i giovani, tra i 20 e 25 anni, si erano dati appuntamento tramite un passa parola sulla piattaforma criptata Telegram. All’arrivo dei militari dell’Arma gli organizzatori hanno spento musica e luci, mentre i ragazzi hanno cercato di fuggire. Per gli identificati (tutti privi di mascherina) scatteranno ora le sanzioni per violazione della normativa anti COVID-19. I carabinieri stanno cercando di risalire ai proprietari del locale, che era stato dotato di luci psichedeliche, impianto musicale e bancone da bar come una vera e propria discoteca.

12:05 – In Alto Adige, in lockdown duro dall’8 febbraio e fino al 14 marzo anche se non viene escluso un posticipo di due-tre settimane, i contagi sono diminuiti ma cresce la preoccupazione per la presenza della variantesudafricana del coronavirus sul territorio

11:10 – Festa “clandestina” ieri alla vigilia della zona rossa nell’isola di Ischia. Dodici giovani in un hotel con musica e buffet, tutti sanzionati dai carabinieri. Erano le 22:30 circa e in 12 – 8 maggiorenni e 4 minorenni – festeggiavano il 18mo compleanno di uno di loro in un hotel di Forio D’Ischia. Quando i militari della locale stazione sono intervenuti hanno sanzionato i presenti e anche il titolare della struttura, poi chiusa per 5 giorni

10:13 – Secondo i dati dell’Oms aggiornati al 6 marzo, il primo Paese per numero di nuovi positivi giornalieri è il Brasile con oltre 75.000 nuovi contagi: va però considerata la mancanza dei dati USA, che non sono pervenuti. Il Brasile è seguito dall’Italia, poi Francia e India.

9:36 – L’Australia ha registrato ieri un nuovo giorno senza infezioni da covid-19 trasmesse localmente. È il 37° giorno che non emergono contagi nell’ambito della stessa comunità. I nuovi casi emersi nelle ultime 24 ore sono in tutto sei e limitati a strutture utilizzati per effettuare l quarantena. Lo scrive il Guardian. Il bilancio delle vittime a livello nazionale in Australia resta a 909.

9:00 – Secondo quanto scrive Sky TG 24, il CTS ha chiesto nuove strette, in particolare nelle aree dove vengono chiuse le scuole.

8:30 – Sarà disponibile a breve un certificato per tutti coloro che hanno ricevuto il vaccino anti-Covid nel Lazio. Lo annuncia l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, in occasione dell’inaugurazione del nuovo hub alla stazione Termini. “A metà del mese – spiega D’Amato – tutti i cittadini vaccinati, circa mezzo milione ad oggi nel Lazio, potranno scaricare online il certificato vaccinale”. Lo scrive Sky TG 24.

(FONTE : https://m.vocegiallorossa.it/amp/covid-19/live-covid-19-zona-bianca-in-sardegna-maxi-rissa-a-nuoro-5-300-tamponi-durante-il-festival-di-sanremo-1-399-nuovi-casi-nel-lazio-speranza-le-varianti-206670) 

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com