Le Cronache Lucane

LA BASILICATA TRA LE DESTINAZIONI CONSIGLIATE

L’impegno dell’Apt nel collaborare con media e player nazionali e internazionali di comunicazione

Le attività di supporto ai press tour e agli educational tour rappresenta per l’APT Basilicata una scelta di marketing e comunicazione che offre importanti risultati in termini di visibilità e promozione del territorio.

Nel caso dei press tour si tratta di organizzazione e sostegno di viaggi stampa per giornalisti e media che scelgono la Basilicata, spesso incuriositi da una destinazione che ancora tende a mantenere il fascino della scoperta e solletica l’istinto di esplorazione del viaggiatore contemporaneo.

I cosiddetti educational sono invece tour indirizzati più direttamente a operatori del settore, in generale buyers che vengono accompagnati a visitare il territorio e le sue attrazioni, a volte di settore specifico come ad esempio l’enogastronomia, il cicloturismo, il mototurismo, l’outdoor in generale, la cultura, affinché possano poi vendere la vacanza in Basilicata nei mercati in cui operano.

«Si tratta – spiega il direttore dell’APT, Antonio Nicoletti – di un lavoro soprattutto di supporto e accompagnamento che però è molto utile ad indirizzare il racconto oltre che a contribuire nel tempo a far crescere un sistema di condivisione anche con gli operatori del territorio, molti dei quali ormai ben strutturati a veicolare il giusto messaggio di una destinazione turistica che sa guardare avanti mantenendo saldo l’ancoraggio alla propria identità. Ciò avviene anche per grandi interlocutori che ormai si rivolgono alla nostra Agenzia per essere supportati nelle azioni di scoperta del territorio e di costruzione dei contenuti. Come avvenuto ad esempio con Lonely Planet, con National Geographic, con l’organizzazione del Giro d’Italia, con la trasmissione 4Ristoranti di Alessandro Borghese, solo per citare i più recenti a cui l’APT ha dato assistenza, sostegno e costante relazione nel racconto e nella gestione comunicativa. Buona parte delle azioni di questa natura nascono da una costante collaborazione che vede particolarmente attivo il canale di relazione con l’Agenzia Nazionale per il Turismo (Enit), che trova nel supporto dell’Agenzia regionale una immediata risposta nel garantire il necessario sostegno ad una buona ricerca di elementi da raccontare a seconda del pubblico di destinazione, non solo italiano».

Nel 2020 infatti, le azioni di questa natura sono state circa una trentina, molte delle quali in collaborazione proprio con Enit, indirizzate non solo all’Italia ma anche a Germania, Olanda, Spagna, USA, Paesi Baltici, Francia e ciò genera che in questi paesi i media coinvolti raccontino la Basilicata frequentemente nelle sue più varie forme, promuovendone la variegata offerta turistica.

«Siamo consapevoli – conclude Nicoletti – che il fine ultimo della nostra missione è la promozione della Basilicata per far aumentare la sua conoscenza e la sua reputazione. Ciò va fatto con tanti mezzi e in questi casi, quando si è partner di grandi player di comunicazione, si riesce ad ampliare il pubblico raggiunto. Ed è naturale motivo di orgoglio leggere, ad esempio, che Lonely Planet inserisce Matera tra le prime 50 destinazioni del mondo, o che per le edizioni internazionali di Condè Nast Traveler, la Basilicata e Matera sono tra le principali destinazioni consigliate, in particolare nei Paesi in lingua spagnola e negli USA. Risultati che, pur non essendo univocamente collegati alla nostra diretta attività, sono comunque riconducibili ad una presenza costante della Basilicata e di Matera a livello internazionale, e in un anno di assenza di turisti questo è dovuto alla reputazione acquisita, mantenuta e in qualche modo “indotta” da attività di comunicazione».

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com