Le Cronache Lucane

FEMMINICIDIO, A POTENZA LA PRIMA PROTESTA MASCHILE

L’appuntamento è per sabato 27 febbraio alle 11 circa a Potenza in piazza Mario Pagano

Le violenze di cui le donne troppo frequentemente sono vittima, fino al caso estremo del femminicidio rappresentano l’aspetto più drammatico e preoccupante della sopraffazione e della discriminazione di genere. Sono la conseguenza di pregiudizi e dell’incapacità da parte di alcuni uomini di adeguarsi all’evoluzione dei costumi e della morale e di considerare le donne come soggetti pienamente autonomi e liberi di scegliere come vivere.
Il ventaglio di luoghi, ambiti, modalità in cui si dipanano le disparità e le sopraffazioni è molto ampio e non è ovviamente esente l’ambiente familiare, che per ancora troppe donne invece di essere un luogo sicuro, diventa la sede di esercizio di piccole e grandi violenze, non solo fisiche ma più spesso psicologiche o economiche.
Dopo essere stato un reato sommerso, nascosto all’interno delle mura domestiche, sottovalutato e sottostimato, da alcuni anni di violenza di genere si parla, e sulla violenza di genere si interviene attraverso iniziative di prevenzione e sensibilizzazione, come quella promossa da alcuni uomini del potentino che sabato alle 11 circa manifesteranno in piazza Matteotti.

“E’ la prima volta che gli uomini scendono in campo per protestare”, ha dichiarato uno dei promotori, Vito Colella.

“Non vogliamo essere additati come, quegli esseri, solo così li puoi definire, non uomini” ha continuato Colella.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com