Le Cronache Lucane

PROTESICA, AD OGNI LOTTO UNA SORPRESA È IL TURNO DEGLI AUSILI PER I DIABETICI

Il maxi appalto della Suarb è fermo da anni, l’Asp ne propone uno nuovo ma neanche questo parte: lungaggini anche per la gara ponte 

Assistenza protesica e maxi appalto della Suarb da oltre 40milioni di euro: per ogni lotto, la gara “fantasma” in totale ne conta 9, una sorpresa. Il perimetro tematico della nuova tappa del “viaggio” di Cronache Lucane è quello del lotto 5, «ausili per terapia personale», con specifico riferimento all’acquisto degli ausili per i «pazienti diabetici» aventi diritto. Com’è noto, il maxi appalto è stato indetto dalla Stazione unica appaltante regionale (Suarb) nel 2017, ma ad oggi non solo non risulta non ancora aggiudicato, ma non produce effettivi aggiornamenti ormai dal 2018.

Dato che nel 2019, la relativa gara risultava «in corso di espletamento», dall’Azienda sanitaria locale di Potenza (Asp), a firma del Dg Bochicchio, l’autorizzazione all’attivazione di singole procedure di negoziazione telematica sul Mercato elettronico della Pubblica amministrazione (MePa), che, veniva specificato, «si configurano come affidamento diretto senza previa pubblicazione di bando». A distanza di quasi 2 anni esatti, era il 26 febbraio del 2019, lo stesso Dg dell’Asp, si ritrova in uguale situazione, ma con una variante rilevante che è impossibile da non considerare: la Suarb è immobile, però è stato registrato il «costante incremento del numero dei pazienti interessati» dalla necessità di disporre di ausili per le patologie diabetiche.

Di qui, la novità: l’Asp si è fatta promotrice, presso la Stazione unica appaltante, di «una nuova procedura di gara» per soddisfare la specifica fornitura in questione. All’appalto “fantasma”, tuttavia, sembra essere subentrato altro appalto di identica tipologia: anch’esso “fantasma”. La relativo nuova gara, secondo le già positive previsioni del settembre scorso, nonchè le ancor più ottimistiche “profezie” del 23 dicembre, era da «indire entro il 31 dicembre 2020».

Arrivato il 2021, «nelle nelle more dell’esperimento della gara Suarb», che non completato il maxi appalto, non fa partire neanche questo nuovo presunto, che tra le altre cose interesserà anche l’Asm, ci sarà, forse, la gara ponte. Il Dg Bochicchio ha deciso di non attendere la Stazione unica appaltante regionale, stabilendo che si procederà ad indire una procedura concorsuale, sempre sul MePa, per la copertura del fabbisogno aziendale in relazione a «un periodo presumibilmente non inferiore a 12 mesi».

Ma c’è un però: «è in corso di predisposizione da parte dell’ufficio competente la documentazione tecnica e la definizione dei fabbisogni»

Ferdinando Moliterni

3807454583

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com