SOLIDARIETÀ LUCANA IN LIBANO CON I CASCHI BLU

Condividi subito

Un consistente quantitativo di aiuti umanitari quali, abiti, scarpe, cancelleria, giocattoli, sono stati inviati dalla Basilicata e dalla Campania in Libano per un ponte di solidarietà organizzato dal Cappellano Militare Capo don Claudio Mancusi, originario di Avigliano ed attualmente nel paese dei cedri con il Contigente Italiano Unifil  ossia  La Forza di Interposizione in Libano delle Nazioni Unite di stanza a Shama (sud Libano). Il sud del Libano, infatti, fa ancora fatica a rialzarsi dall’ultimo conflitto israeliano del 2006 ed il timore dell’acuirsi di nuove forme di tensione a ridosso della blu line non stimolano efficacemente la ripresa e gli investimenti nella regione di Tiro, lasciando a marce basse la velocità dello sviluppo e delle autonomie locali. Da sempre l’Unifil, ed in particolare in questi mesi con la presenza degli uomini e donne della Brigata Bersaglieri Garibaldi, componenti la forza della Joint Task Force Lebanon-Sector West, al comando del Generale di Brigata Diodato Abagnara, danno un forte supporto propulsore allo sviluppo umano, sociale, culturale ed economico della popolazione, che apprezza con particolare stima ed affetto l’intervento italiano.  Per la Basilicata, l’attività di raccolta è stata coordinata dal Comando Militare Esercito “Basilicata” comandato dal Colonnello Lucio Di Biasio che ha coinvolto nel progetto diverse Istituzioni, Enti, Cittadini, Comuni, Farmacie,  Associazioni e Parrocchie . Una gara di solidarietà ancora in corso e il materiale umanitario sarà  ha trasportato a destinazione  dal  Reggimento Cavalleggeri Guide di Salerno, alle dipendenze del Colonnello Giacomo Giannattasio, reparto in cui don Claudio esercita il ministero sacerdotale. La Basilicata ed i Lucani ancora una volta hanno fatto della propria solidarietà uno stendardo identificativo che ha dato luce e speranza a gente lontana e meno fortunata: in Libano, infatti, vi sono anche diversi campi profughi palestinesi e siriani che beneficeranno di questa  preziosa umanità . Il Generale di Brigata Diodato Abagnara, il Cappellano Militare don Claudio Mancusi, tutti i militari italiani Unifil, le Autorità civili e religiose del Sud del Libano ringraziano i Lucani ed i Campani per quanto fatto con tanto affetto.

Di Leonardo Pisani

Condividi subito

Leonardo Pisani

3923214606