AttualitàBlog

SUPERBONUS 110, BASILICATA 12ESIMA IN ITALIA

Oneri a carico dello Stato, importo medio: picco massimo in Valle d’Aosta (401.671 euro per edificio), segue la Basilicata con 298.909 euro

Entro il 30 aprile scorso, gli interventi di ristrutturazione-efficientamento edilizio realizzati per mezzo del Super Ecobonus 110 per cento sono stati poco meno di 500mila (precisamente 495.469). Nonostante gli oneri a carico dello Stato siano pari a 122,6 miliardi di euro, «solo il 4,1 per cento del totale degli edifici residenziali presenti nel Paese – viene riportato nello studio dell’associazione Artigiani e piccole imprese Cgia Mestre – è stato interessato dall’agevolazione fiscale».

ASSEVERAZIONI. Per l’indice che calcola l’incidenza delle asseverazioni depositate sul numero di edifici residenziali, la Basilicata (3,4%) al 12esimo posto in Italia: 5 mila e 513 le asseverazioni depositate (dati al 30 aprile scorso) su 160 mila e 35 edifici residenziali (censimento 2011). A livello regionale, invece, è il Veneto ad aver registrato il ricorso più numeroso al 110 per cento. Con 59.588 asseverazioni depositate, l’incidenza percentuale di queste ultime sul numero degli edifici residenziali esistenti è stata pari al 5,6 per cento. Seguono l’Emilia Romagna con 44.364 asseverazioni e un’incidenza del 5,4 per cento, il Trentino Alto Adige con 11.314 interventi e sempre con un tasso del 5,4 per cento, la Lombardia con 77.992 asseverazioni e un’incidenza del 5,2 e la Toscana con 38.166 operazioni e anch’essa con una incidenza del 5,2 per cento. Per contro, a “snobbare” l’incentivo sono state le regioni del Mezzogiorno: Molise e Puglia, ad esempio, hanno interessato solo il 2,9 per cento dei propri edifici residenziali, la Calabria il 2,6 per cento e la Sicilia solo il 2,2 per cento.

ONERI A CARICO DELLO STATO. A livello nazionale, l’onere medio a carico dello Stato è stato di 247.531 euro per edificio residenziale interessato da un intervento con il Superbonus. Il picco massimo è stato rilevato in Valle d’Aosta con 401.671 euro per edificio: seguono la Basilicata con 298.909 euro, la Liguria con 298.063 euro, la Lombardia con 295.222 euro e la Campania con 294.632 euro. Chiudono la graduatoria il Veneto con un costo medio per intervento di 194.896 euro per edificio, la Sardegna con 187.413 e, infine, la Toscana con 182.930 euro.

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Contentuti protetti