AttualitàBasilicataBlog

INCENTIVI ALL’OCCUPAZIONE, OLTRE 45 MILA I CONTRATTI LUCANI “DECONTRIBUZIONE SUD”

Al Nord hanno più successo i contratti di apprendistato e quelli instaurati con l’“Esonero giovani”, al Sud “Incentivo Donne”

Focus Inps sugli incentivi all’occupazione dipendente nel settore privato per illustrare le principali evidenze circa il loro impatto. A livello generale, in Italia, il numero complessivo di assunzioni e variazioni contrattuali effettuate beneficiando di agevolazioni contributive «ha raggiunto i 2 milioni di unità nel 2021 (su 7,9 milioni di attivazioni complessive) mentre nel 2022 e nel 2023 si è stabilizzato su una quota di 2,3 milioni (su 9 milioni di attivazioni complessive)». L’incidenza sulle attivazioni totali nel triennio 2020-2023, «risulta quindi assestarsi intorno al 26%». All’interno del focus, anche i numeri lucani. A livello nazionale, i contratti di apprendistato, che per definizione sono tutti agevolati, sono aumentati nel 2022 (+10%) riducendosi poi nel 2023 (-6,8%) «a causa della contrazione delle trasformazioni contrattuali». In Basilicata, nel 2023, 2mila e 160 contratti di apprendistato rivolti ai giovani tra i 15 e i 29 anni, di cui mille e 526 hanno riguardato gli uomini e 634 le donne. A seguire l’agevolazione contributiva denominata “esonero giovani”, relativa alle assunzioni a tempo indeterminato a tutele crescenti. In Basilicata, mille e 533 contratti complessivi, di cui 972 hanno riguardato uomini e 561 donne. Tra le agevolazioni monitorate, l’“incentivo donne” che, in estrema sintesi, prevede l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, nella misura del 50% dell’ammontare dei contributi stessi, per le assunzioni di donne di qualunque età, prive di impiego da almeno ventiquattro mesi ovvero prive di impiego da almeno sei mesi e appartenenti a particolari aree. Tale tipologia contrattuale, in Basilicata e nel 2023 ha interessato mille e 103 donne. Numeri lucani, più alti di quelli della Valle d’Aosta (212), del Molise (586), del Trentino Alto Adige (725), del Friuli Venezia Giulia (mille e 72). L’analisi per genere e territorio, ha mostrato come i contratti di Apprendistato e i rapporti instaurati con l’Esonero giovani siano diffusi maggiormente nel Nord del Paese mentre l’Incentivo donne «è più utilizzato al Sud e nelle isole». L’incentivo “Decontribuzione Sud” che, per la sua specifica finalità, trova applicazione solo nelle regioni del Mezzogiorno, risulta concentrato in tre regioni: Campania, Puglia e Sicilia (70% del totale). Su 1 milione, 453mila e 444 contratti complessivi, 43mila e 503 (di cui 28mila e 186 hanno riguardato uomini e 25mila e 417 donne) quelli della Basilicata.

Ferdinando Moliterni

3807454583

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Contentuti protetti