AttualitàBasilicataBlog

AUTISTA BUS SALVA 40 STUDENTI

Manovra fulminea per evitare scontro con Alfa: ferito grave l’uomo alla guida dell’auto

Quella di ieri sarebbe dovuta essere una giornata di scuola come un’altra, con le consuete preoccupazioni ed ansie dei ragazzi rivolte alle possibili interrogazioni o compiti in classe a sorpresa. E invece per una quarantina di studenti lucani – tra i 14 e i 18 anni – a bordo di un pullman della Liscio diretto a Potenza ieri mattina alle ore 7 è stata sfiorata la tragedia.

LA DINAMICA DELL’INCIDENTE

Secondo una prima ricostruzione fornita dai Carabinieri – prontamente intervenuti sul posto insieme al personale sanitario del 118Basilicata Soccorso e i Vigili del Fuoco – l’autobus di linea percorrendo la Strada Provinciale 83, in territorio di Baragiano Scalo (Potenza), pur di evitare l’impatto frontale con un’Alfa Romeo 147 in fase di sorpasso, è uscito dalla carreggiata ribaltandosi sul fianco destro in una cunetta dopo aver sbandato contro il guardrail per oltre 200 metri. I FERITI In molti gli hanno definiti dei “miracolati”. Sebbene, infatti, sono stati in decine gli studenti sotto shock, nessuno di quelli che si trovava sull’autobus sarebbero rimasti feriti gravemente. Alcuni (15) sono stati comunque trasferiti in “codice verde” per accertamenti all’ospedale “San Carlo” di Potenza. Altre 2 persone, tra cui una donna, sono in “codice giallo”, mentre è ricoverato l’autista dell’autobus – un uomo di 33 anni – che, dopo aver aiutato i giovani passeggeri ad uscire rapidamente dal mezzo attraverso il lunotto posteriore e la botola d’emergenza sul tetto, si è accasciato ed è stato trasportato in ospedale per i necessari controlli. Ora si trova nel reparto di Neurochirurgia del nosocomio potentino e dovrà essere sottoposto, dopo il dovuto periodo di osservazione, a un intervento chirurgico per una lesione alla colonna lombosacrale riportata nell’incidente. Grave ed in prognosi riservata è, invece, l’autista dell’automobile coinvolta nella collisione. L’uomo di 40 anni, residente a Tito, è quello che ha riportato le ferite più serie: estratto dalle lamiere dai Vigili del Fuoco, è stato trasferito d’urgenza con l’elisoccorso al “San Carlo” di Potenza dove si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione, ma non dovrebbe essere in pericolo di vita. In tutto sono stati 36 le persone finite al Pronto Soccorso.

I COMMENTI SU «UNA TRAGEDIA SFIORATA»

«Per fortuna ci sono pochi feriti lievi, si è trattato di un miracolo – ha dichiarato Giuseppe Galizia, sindaco di Baragiano, accorso immediatamente sul luogo dell’incidente – A vedere la situazione del pullman poteva esserci una tragedia». Parole accorate a cui sono seguite quelle del presidente della Regione Basilicata Vito Bardi che dalle primissime ore dell’incidente è rimasto «in costante contatto con il sindaco di Baragiano e con la struttura ospedaliera di Potenza per avere aggiornamenti sulle condizioni di salute dei feriti. Seguirò con attenzione l’evolversi della situazione» ha dichiarato Bardi che ha espresso «solidarietà e vicinanza alle famiglie degli studenti e dei lavoratori a bordo del pullman». Anche la senatrice Elisabetta Casellati, Ministro per le Riforme istituzionali e la Semplificazione normativa, ha voluto far sentire la personale vicinanza: «Sono vicina ai ragazzi rimasti coinvolti nell’incidente del pullman a Baragiano, in Basilicata, e alle loro famiglie per i momenti di grande apprensione che avranno certamente vissuto. Siamo tutti sollevati che non vi siano state conseguenze gravi». E ancora, anche l’assessore regionale alle Infrastrutture Dina Sileo ha dichiarato, una volta appreso della notizia, di essere stata «in costante contatto con le autorità e i servizi di emergenza per gestire la situazione e offrire tutto il supporto necessario». Anche il presidente della Provincia di Potenza Christian Giordano e i consiglieri provinciali dell’Ente hanno manifestato la loro solidarietà ai ragazzi coinvolti nell’incidente dell’autobus addetto al trasporto scolastico augurando agli stessi ed agli autisti del bus e dell’auto coinvolta nell’incidente, «una pronta guarigione ed una ripresa dallo choc provocato dal ribaltamento del mezzo di trasporto. La sicurezza delle strade provinciali – è stato ribadito – resta un punto fermo delle azioni che la Provincia ha messo in campo con il suo programma di interventi destinati a garantire una circolazione sicura per la quale si auspica sempre il rispetto delle regole del codice della strada e la prudenza proprio al fine di evitare incidenti come questo che avrebbe potuto avere ben più gravi conseguenze».

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Contentuti protetti