Le Cronache Lucane

MELFI: LA MINORANZA DECIDE DI ESSERE COSTRUTTIVA

Soprattutto sull’argomento alloggi di via Piave, minoranza e maggioranza, scelgono insieme la strategia da mettere in campo

Era stato auspicato, alla vigilia di questo consiglio comunale, un atteggiamento serio e costruttivo, dalla minoranza. Si può dire che questo sia avvenuto, in particolare su un tema delicato, come quello degli alloggi di Via Piave, con i cittadini che ormai da anni, attendono una risposta relativamente al riscatto delle proprie abitazioni. Sull’andamento del consiglio comunale, ascoltiamo, il vice sindaco di Melfi, Vincenzo Castaldi: “ Oggi tutti i nodi sono venuti al pettine. Abbiamo dimostrato che se la minoranza vuole seriamente discutere, se la minoranza, vuole seriamente avanzare dei temi, nel momento che questo avviene, nella massima, trasparenza, ma soprattutto nelle regole di quello che è il dibattito e lo scontro politico, noi non ci sottrarremo mai. Tra ,l’altro da quando in qua, la maggioranza non ha interesse a comunicare ai cittadini e spiegare le questioni. Ci si vuol far passare come coloro che  non vogliono discutere, ma è esattamente il contrario. Noi vogliamo discutere ma vogliamo farlo in maniera seria, perché ai cittadini devono arrivare esattamente delle informazioni cosi come stanno i fatti e poi saranno gli stessi cittadini a trarre il proprio giudizio. Ma non possiamo  però, prestare il fianco a chi chiede di discutere in consiglio comunale, argomenti al buio o semplicemente per avere una vetrina. Credo che questo sia francamente inutile anche nell’interesse della minoranza stessa. Stasera abbiamo capito che va dato altro ai cittadini,  dobbiamo confrontarci e dopo la gente potrà esprimere una opinione”. Relativamente al punto all’ordine del giorno, il consiglio ha deciso di riaggiornarsi per costruire insieme, maggioranza e minoranza, una strategia comune, nell’interesse esclusivo dei cittadini di via Piave.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Contentuti protetti