Le Cronache Lucane

PESCARA, AFFARE DA 400MILA EURO DIETRO DELITTO PARCO

Il Questore: “La vittima aveva sottovalutato la pericolosità dei soggetti con i quali era venuta in contatto”

Ci sarebbe una missione finanziata con 400mila euro e non portata a termine, alla base dell’omicidio dell’architetto pescarese Walter Albi, al Bar del Parco, lo scorso primo agosto a Pescara. Un episodio che svelerebbe l’infiltrazione in Abruzzo della ‘Ndrina Ursino di Locri. Sarebbe stato, infatti, Natale Ursino, residente nel Teramano e arrestato poche ore fa a Roma, l’uomo che avrebbe ordinato l’omicidio di Walter Albi. Secondo la ricostruzione effettuata dagli investigatori sul possibile movente ci sarebbe un progetto che Albi aveva intenzione di realizzare a Londra e per il quale aveva bisogno di denaro. La disponibilità sarebbe arrivata da Natale Ursino. Albi avrebbe dovuto effettuare una traversata transoceanica verso il Sud America e in cambio si presume che gli sarebbe stato chiesto di trasportare sulla barca della droga. “Albi era interessato all’operazione finanziaria, ma ha probabilmente sottovalutato la pericolosità dei soggetti con i quali era venuto in contatto”, ha detto il Questore Luigi Liguori precisando che la pista sul carico di droga è e resta al momento solo un sospetto.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Contentuti protetti