Le Cronache Lucane

“BONOMO”, PIU’ SPAZIO AL PRONTO SOCCORSO

Partiti i lavori all’ospedale di Andria per 6 posti di Nucleo assistenziale avanzato e l’ampliamento della “zona rossa”

Un nuovo intervento di maquillage per l’ospedale “Bonomo” di Andria. Il cantiere interessa nuovamente il Pronto Soccorso, più volte al centro di interventi per migliorarne l’efficienza. L’ultima, esattamente due anni fa. Adesso i lavori riguardano in una prima fase la zona adiacente la sala di attesa per realizzare un nucleo assistenziale avanzato con sei posti letto. Subito dopo sarà riqualificata e ampliata l’attuale “sala rossa” dove vengono gestiti i casi più gravi.

Si cerca, in questo modo, di tamponare le crescenti criticità che gli utenti e lo stesso personale registrano e denunciano da tempo, a cominciare dalle attese, che spesso superano le due o tre ore per i codici verdi e gialli.

Gli sforzi della Asl e i sacrifici del personale e degli utenti si scontrano con una Regione Puglia fintamente interessata alla Sanità della provincia Barletta – Andria – Trani. Per il nosocomio andriese da almeno un decennio la Regione ha promesso e annunciato un nuovo insediamento per liberare gli edifici che ormai si trovano in pieno centro cittadino e non offrono più spazi per quegli ampliamenti necessari e inevitabili se si vuole offrire un’assistenza al passo con i tempi. Ma, a quanto pare, anche a questo giro, malgrado gli annunci in pompa magna, soldi non ce ne sono e il nuovo ospedale resterà l’ennesima presa in giro.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti