Le Cronache Lucane

UFFICIALMENTE APERTO IL DUOMO DI MELFI

UNA CERIMONIA SOLENNE HA ACCOMPAGNATO LA RIAPERTURA DI UN LUOGO SIMBOLO DI MELFI E DELLA DIOCESI

Un lungo, scrosciante, sentito ed affettuoso applauso, ha accompagnato l’apertura ufficiale della cattedrale di Melfi. Un gesto spontaneo, nato dalla gente che ha affollato piazza Duomo , per la manifestazione che ha visto monsignor Fanelli, riaprire le porte della chiesa più importante della Diocesi. E c’erano davvero tutti, partecipi ed attenti per questo evento. Dai parroci ai sindaci con tanta di fascia tricolore dell’area nord di Basilicata, nell’ambito di un corteo che partito da piazza sant’Antonio, è giunto proprio davanti alla Cattedrale della città federiciana. E’ stato sicuramente un momento emozionante, con il Vescovo di Melfi, inginocchiato che ha spalancato il portone del Duomo e di fatto riconsegnato alla gente un luogo simbolo, denso di storia e fascino. Una settimana di eventi ha caratterizzato questo periodo, che è culminato proprio nella riapertura ufficiale di questa sera, in cui tutte le autorità civili, militari, ecclesiastiche ed istituzionali, hanno voluto essere presenti, nel contesto di un momento che è sicuramente importante ed aggregante per l’intera diocesi. Melfi ha riabbracciato la sua Cattedrale, lo ha fatto in un momento solenne, con monsignor Ciro Fanelli che ha pensato  bene di indire un piccolo Giubileo per l’occasione con tanto di Indulto a firma di Papa Francesco. Da un punto di vista religioso, sicuramente una manifestazione toccante e ricca di rilevanza, ma anche da un punto di vista aggregativo, il momento è sicuramente pieno di significato. Intorno al mondo cattolico ci si riunisce e si sta insieme e poter di nuovo ammirare e fare culto nella Cattedrale di Melfi, rappresenta un evento svolta della vita quotidiana dell’intera diocesi.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti