Le Cronache Lucane

“I CONTI CORRENTI DEL COMUNE DI MARATEA SONO PIGNORATI”

Il comune di MARATEA si avvicina al pre-dissesto❓

da MARATEA una PERLA al giorno

ELENA SCHETTINI da MARATEA ci segnala :

Oggi, sotto un solaio piovigginante, si è svolto il Consiglio comunale 


Due elementi abbastanza gravi sono emersi dalla discussione del punto 5 all’ordine del giorno che riguarda la presa d’atto della sentenza che condanna il comune al pagamento della somma di 143 mila euro all’Istituto De Pino 

Come appreso dalle parole del sindaco, la controversia è stata penalizzante per l’ente e ha già determinato il pignoramento dei conti comunali, sia quello postale che quello bancario.

SÌ, AVETE CAPITO BENE, I CONTI CORRENTI DEL COMUNE SONO PIGNORATI 

La scelta scellerata di questa maggioranza di non perfezionare l’accordo transattivo, come predisposto nella delibera numero 84 di Consiglio Comunale del 20/05/2019, che riconosceva il debito di 62 mila euro da erogare in tre rate, ha determinato questo disastro finanziario.

Il sindaco ha dato come motivazione al non perfezionamento dell’accordo transattivo il parere sfavorevole da parte del Revisore Dei Conti

Fa molto specie invece sapere oggi (con una sentenza che riconosce dunque il debito a carico del Comune nei confronti dell’Istituto De Pino) che il Revisore Dei Conti ha dato parere favorevole all’esborso del doppio dell’importo a seguito del pignoramento dei conti correnti comunali.

Ha detto bene la consigliera di minoranza Claudia Brando Calogero che questa situazione è da definire: “DANNO ERARIALE” e per cui entrambe le consigliere hanno espresso su questo punto voto contrario.

Inoltre, il sindaco ha dichiarato che darà mandato agli avvocati affinché, questi soldi da pagare immediatamente per effetto della sentenza, vengano restituiti al comune dai responsabili del settore che gestivano il contratto d’affitto con l’istituto De Pino.

Fa sempre più specie, invece, vedere i consiglieri di maggioranza non proferire mai una parola neanche quando vengono trattati argomenti attinenti alle deleghe assegnate.

Sono stati trattati argomenti riguardanti il sociale ma l’assessora al ramo non è stata proprio presa in considerazione dal sindaco affinché spiegasse Lei nel merito quali aiuti alle famiglie bisognose ha predisposto la giunta.

Nulla, deve solo alzare la ✋.

La sensibilità agli eventi nazionali non è di casa in questo gruppo di maggioranza. 

Ci ha pensato però il gruppo di minoranza che con difficoltà, opposta dal sindaco, a prendere la parola prima di iniziare il consiglio, ha con determinazione proposto e ottenuto dall’intero assise un minuto di silenzio per le vittime della tragedia di Ischia.

Alla fine basta poco, se veramente si ha dignità e contezza del ruolo rappresentativo che si ricopre.

Il punto 5 e il punto 6 riguardano dunque tutte sentenze da pagare in cui il comune risulta soccombente.

Il 2022 ha visto molte costituzioni in giudizio per altri ricorsi e attendiamo le sentenze

Il livello dei contenziosi è aumentato in maniera spropositata perché si costringe il cittadino o l’impresa a dover passare attraverso un giudizio per la difesa dei propri diritti.

Il comune si avvicina al predissesto.

E i veri responsabili saranno i consiglieri di maggioranza che avallano questa distruzione senza studiare o chiedere una giusta consulenza (esterna alle parole del sindaco) sulle situazioni amministrative e politiche che si stanno incancrenendo sempre più.

#comunedimaratea

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti