Le Cronache Lucane

LANCIANO, MANOVRA DI BILANCIO SPESE IMPREVISTE

Tra gli aumenti le bollette di luce e gas, il canone al Consorzio di bonifica e il canile comunale

È passata con i soli voti della maggioranza e l’astensione della minoranza, la manovra di assestamento di bilancio discussa in consiglio comunale a Lanciano. Una variazione, rispetto al bilancio previsionale approvato qualche mese fa, di 914mila euro in più di spese non preventivate di cui, per la metà, pesano i maggiori costi delle utenze comunali le cui bollette energetiche sono aumentate a dismisura. «Questo assestamento», spiega l’assessore alle finanze e vicesindaco, Danilo Ranieri, «mette in sicurezza i conti del Comune per poter arrivare a rimpinguare i capitoli che servono a pagare le utenze elettriche». Prima di arrivare all’assemblea civica, i conti di Palazzo di città hanno subito un attento monitoraggio da parte degli uffici comunali. Ogni settore, voce per voce, è stato quindi analizzato riguardo le maggiori uscite, dopo che da questa estate uffici, strutture comunali e settori sono stati incoraggiati a contenere ogni spreco, dal non lasciare luci e pc accesi, fino al non poter più utilizzare le stufette elettriche in Comune nei mesi freddi.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti