Le Cronache Lucane

“LA VOCE DEL PAESE” ANCI2022 INTERVENTO DEL PREMIER GIORGIA MELONI

Bergamo, Giorgia Meloni all’Anci:
“Daremo nuova centralità ai Comuni”

#Anci2022
Il programma della XXXIX assemblea annuale Anci. A Bergamo da oggi al 24 novembre

Disponibile il programma* della XXXIX Assemblea annuale dell’Anci, che si svolgerà a Bergamo a partire da questo pomeriggio fino al 24 novembre presso il complesso fieristico della città.
Le testate, i giornalisti e i foto-cineoperatori che intendono seguire i lavori possono accreditarsi inviando una mail con nome, cognome, data di nascita, copia del tesserino dell’OdG o di un documento di identità all’indirizzo stampa@anci.it.
In particolare, nella giornata di oggi 22 novembre, per motivi di sicurezza sarà consentito l’accesso solo ai giornalisti che si siano preventivamente accreditati.

*in aggiornamento

Gli accrediti vanno inviati entro il 16 novembre 2022

I badge potranno essere ritirati al desk stampa presso la Fiera di Bergamo a partire dalle ore 12.00 di martedì 22 novembre. 

Il Presidente Meloni interviene all’assemblea dell’ANCI

24 Novembre 2022

https://youtu.be/7hKqMWa5It0

Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha tenuto un intervento in videocollegamento alla XXXIX assemblea annuale dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI).

“Daremo nuova centralità ai Comuni”

Lo ha detto la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, intervenendo in videocollegamento all’Assemblea dell’Anci, in corso a Bergamo

La premier ha iniziato il proprio intervento con un messaggio al popolo ucraino:

“Mi dispiace che la mia presenza abbia interrotto un dibattito fondamentale sul tema della aggressione russa nei confronti dell’Ucraina. Voglio mandare un abbraccio al sindaco di Leopoli: il governo italiano continuerà a essere fieramente schierato a sostegno della causa ucraina”

ha continuato Giorgia Meloni : 
“Penso sia arrivato il momento di affrontare il tema della responsabilità dei sindaci: bisogna definire meglio a partire dall’abuso d’ufficio le norme penali per i pubblici amministratori che oggi hanno un perimetro così elastico”

“Credo fermamente nel ruolo dei sindaci, non è piaggeria: nella relazione programmatica al Parlamento qualche settimana fa ho detto che fra le priorità del governo c’è proprio quello di dare una nuova centralità ai Comuni d’Italia”

 “Noi vogliamo dare vita a una nuova stagione di riforme, che va scritta in un quadro di coesione nazionale che preveda fondamentalmente due direttrici: presidenzialismo e attuazione dell’autonomia differenziata”

“Spero che Comuni italiani siano nostri alleati”

“L’identità italiana si fonda sui comuni, custodi delle mille specificità – ha aggiunto -. E i sindaci oggi più di ieri sono in prima fila nell’impegno politico, svolgono il lavoro più difficile in ambito istituzionale”. “Mi auguro che i comuni italiani siano nostri alleati, rappresentiamo tutti gli stessi cittadini, è un lavoro che possiamo fare insieme: il governo ci sarà, sarà al vostro fianco, perché l’Italia è messa in una situazione, diciamo, un po’ complessa. Ma ha il vantaggio della forza e della creatività dei suoi cittadini e di coloro che li rappresentano”, ha sottolineato Meloni.

I sindaci poi hanno dovuto a partire dalla pandemia “affronatre problemi sempre nuovi, a volte insormontabili per i quali si sono dovuti organizzare facendo ricorso alla loro generosità, alla loro creatività. Dico grazie ai sindaci italiani per come sono riusiti a mantenere la connessione tra le istituzioni e i cittadini e a volte, mi spingo a dire, hanno salvato la faccia alle istituzioni italiane nei rapporti coi cittadini”. “I Comuni – ha sottolineato Meloni – sono istituzioni di prossimità che rappresentano anche un avamposto di umanità: affrontano criticità di ogni genere anche oltre le proprie reali competenze e hanno tenuto in questo momento saldo il legame tra cittadini e istituzioni anche quando rischiava di spezzarsi, con la pandemia, la crisi, la guerra”.

“Ridefinire l’abuso d’ufficio”

“Penso sia arrivato il momento di affrontare il tema della responsabilità dei sindaci: bisogna definire meglio a partire dall’abuso d’ufficio le norme penali per i pubblici amministratori che oggi hanno un perimetro così elastico che” lasciano spazio a “interpretazioni troppo discrezionali”, sottolineando che esiste una “paura della firma” che “inchioda la nazione”

Pnrr: “Regole rigide, inevitabili ritardi sui cantieri”

ha aggiunto Giorgia Meloni in videocollegamento all’Assemblea dell’Anci, in corso a Bergamo : 

“Oggi siamo nella fase in cui siamo chiamati ad affrontare concretamente l’avvio dei cantieri per questo ovviamente è necessario accelerare l’iter di approvazione dei progetti e rilascio dei pareri, è un tema enorme: siamo assolutamente aperti a ogni contributo utile”
“Nel passaggio tra assegnazione e utilizzazione delle risorse ovviamente come era inevitabile emergono tutti i problemi di sistema di regole rigide frammentate e complesse. Servono norme certe, semplici, stabili”

ha rimarcato Giorgia Meloni : 
“Il Pnrr assegna ai Comuni 40 miliardi di euro per la rigenerazione urbana. Il governo ha immediatamente riattivato a Palazzo Chigi la cabina regia su Pnrr. Nei primi incontri con le amministrazioni è emersa la necessità di maggiore coordinamento, collaborazione più forte fra il governo, la filiera istituzionale e i corpi intermedi: serve lavoro di squadra, collaborazione strutturale per risolvere le criticità in tempo reale e arrivare all’obiettivo”

“Intervenga l’Ue o difficile fronteggiare caro energia”

ha concluso :
“Purtroppo abbiamo la spada di Damocle del caro energia che drena le risorse. Gli interventi per calmierare ci costano circa 5 miliardi di euro al mese: stiamo studiando le proposte arrivate, se non interverrà la Commissione europea sarà difficile fare fronte a questi costi”

Per ora “abbiamo scelto di intervenire con misure concrete che non saranno mai sufficienti ma credo che siano alcuni segnali importanti: una delle emergenze fondamentali è il caro energia e per i Comuni su questa materia abbiamo stanziato circa 530 milioni di euro” poi c’è “una serie di altri interventi” come il fondo di solidarietà comunale, il sostegno ai servizi sociali comunali e agli asili nido, il contributo “che diventa strutturale e a regime e non più una tantum di 110 milioni sul minor gettito Tasi”

Infine sul fronte del trasporto pubblico locale

“abbiamo tentato di dare un segnale importante destinando complessivamente 420 miloni di euro”
Piantedosi oggi a Bergamo per l’assemblea nazionale Anci 2022


Il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi partecipa questa mattina alla giornata conclusiva della XXXIX assemblea nazionale dell’Associazione nazionale comuni italiani, in corso a Bergamo.

Sarà possibile seguire l’intervento in diretta streaming sul sito e sulle piattaforme Anci e su interno.gov.it.

Il titolare del Viminale interverrà a conclusione del panel

“Per l’Italia e per i comuni. Otto punti per guardare al futuro”
Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti