Le Cronache Lucane

IL SINDACO MAGLIONE: «SIAMO GLI UNICI AD AVER INDETTO I CONCORSI»

Lavorano meno di 30 persone in Comune con notevoli difficoltà. Il primo cittadino rimarca: «Situazione complicata»

La speranza concreta a Melfi e che finalmente l’avvio dei concorsi, possa portare il comune ad avere le unità operative di cui necessità. I dati snocciolati dal vice sindaco Castaldi, hanno davvero impressionato. Meno di 30 persone lavorano al momento in comune, quando ne servirebbero circa 100. Come ha rimarcato lo stesso vice sindaco, alcune aree sono totalmente scoperte. «È stato importante rimarcare quest’aspetto, perchè chi non vive quotidianamente la vita amministrativa, non ha l’esatta misura di quale sia davvero la situazione, precisa il sindaco Giuseppe Maglione. Abbiamo serie difficoltà perchè manca il personale». Un problema che si è decisamente acuito, con l’avvento di Maglione, ma che era presente anche se, come detto in maniera decisamente ridotta, con Valvano. Resta davvero un mistero incomprensibile, perchè mai l’amministrazione precedente non abbia avviato i concorsi, pur sapendo che molte persone, sarebbero andate in pensione. E parliamo di dipendenti leader dei propri settori. Contattato da noi di Cronache, l’ex Sindaco Valvano non ha risposto alla domanda, dicendosi impegnato. Probabilmente è cosi, ma resta realtà quella che la sua giunta non abbia proceduto nel bandire i concorsi, come invece ha deciso di fare adesso l’amministrazione Maglione. «Questo è un dato di fatto. Al di là delle tesi che ognuno può avere, noi siamo gli unici da anni a questa parte che hanno deciso di avviare il processo delle assunzioni». Dato Indiscutibile. Tra gennaio e la prossima primavera, il comune di Melfi, potrà dotarsi di circa 25 nuove unità lavorative. Questo significa, fornire anche opportunità serie di lavoro, a tempo indeterminato a giovani delle nostre zone. Un aspetto della vicenda, tutt’altro che trascurabile.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti