Le Cronache Lucane

GIORNATA DEL TUMORE AL SENO METASTATICO

Cronicizzare la malattia e allungare la vita delle pazienti. È questo l’obiettivo della ricerca.

Il 13 ottobre si celebra la Giornata nazionale del tumore al seno metastatico. Si tratta di una malattia di cui si sa ancora molto poco, ma che riguarda la salute di 37 mila donne in Italia. Dai dati che emergono da una ricerca nazionale, solo l’11% della popolazione si ritiene ben informato sulla malattia.

 Grazie alle terapie con anticorpi coniugati e a bersaglio molecolare la malattia può essere controllata per lungo tempo. Nella lotta al tumore al seno la diagnosi precoce gioca un ruolo fondamentale. Prima si diagnositica, maggiori sono le probabilità di successo. Alle volte però può accadere che la malattia non sia più confinata al seno ma diffusa in altri distretti corporei. E’ questo il caso del tumore al seno metastatico, una neoplasia che grazie alla ricerca sta diventando sempre più “controllabile”.

Isabella Cecchini, Senior Principal di IQVIA: “È fondamentale aumentare la conoscenza della malattia e delle possibilità di cura per rafforzare la prevenzione. Inoltre, è importante che le persone che affrontano con coraggio tutti i giorni la malattia siano sempre più consapevoli delle nuove possibilità di cura e possano sentirsi più ascoltate e meno sole. Sarebbe anche indispensabile che l’accesso alle visite e agli esami fosse più semplice e celere ed è fondamentale garantire supporto e servizi ai pazienti e ai caregiver”.

Ottobre è il mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno, una ricorrenza istituita per sensibilizzare tutte le donne sull’importanza di sottoporsi a check-up frequenti e accurati per prevenire una malattia che, secondo le stime AIRTUM-AIOM-Fondazione AIOM, colpisce una donna su 8. In molti casi però è possibile prevenire, appunto, o comunque diagnosticarla in fasi molto precoci, ed è a questo che mirano le campagne di prevenzione ottobrine.

Secondo il Ministero della Salute, i numeri del cancro in Italia relativi al 2021 confermano che il carcinoma mammario è la neoplasia più diagnosticata nelle donne, in cui circa un tumore maligno ogni tre (30%) è un tumore mammario. Secondo i dati, in Italia sono state stimate circa 55.000 nuove diagnosi di carcinomi della mammella femminile nel 2020 e nel 2021 sono stati stimati 12.500 decessi. La sopravvivenza netta a 5 anni dalla diagnosi è dell’88%. In questo quadro dunque è evidente l’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti