Le Cronache Lucane

IL GLADIATORE IN “AZIONE” AL FILM FESTIVAL

Matera, Marcello Pittella neo componente del “Terzo Polo”, parla di cinema, esiti delle politiche e nuovi progetti

-Il gladiatore in ‘Azione’- detto così potrebbe sembrare davvero il titolo di uno dei film in concorso al Matera Film Festival, la kermesse cinematografica che in questi giorni si sta svolgendo nella citta dei Sassi e che vede come protagonisti attori e pellicole di livello internazionale. Ma in realtà, malgrado il titolo cinematografico, il tema del quale ci occupiamo questa volta è completamente diverso, sebbene il protagonista della nostra intervista lo abbiamo incontrato proprio sul jet-set del festival del cinema e il suo soprannome di tante battaglie politiche è proprio il ‘Gladiatore’. Si tratta dell’ex governatore della Regione Basilicata, Marcello Pittella nonché consigliere regionale e neo componente e subito figura politica trainante di ‘Azione’, è stato infatti nominato da pochissimo nella segretaria nazionale.
-Presidente sul jet set di Matera Film Festival. Insomma lei dopo Sharon Stone è abituato alle star?
-No le star!, diciamo Sharon Stone fu una graditissima ospite in occasione del della ‘Città della pace’, si ricorderà all’epoca lanciammo con Betty Williams in questo straordinario progetto è però devo dire che la Basilicata sul set è diventata di fatto un set naturale e ha ospitato oltre mille manifestazioni, tantissime star e noi siamo stati felici di ospitarle e io in particolare quando ho rivestito alcuni ruoli, particolarmente!-
Impossibile poi non chiedere al presidente Pittella un commento sugli esiti delle ultime consultazioni politiche nazionali
-È un grande risultato io sono molto contento di questo e ringrazio i cittadini ovviamente. Lo sforzo in 15 giorni è stato enorme con un risultato eccezionale ed è il presupposto da cui si parte per un progetto politico più ambizioso che guarda tanto alle regionali quanto alle europee. Io sono molto contento e determinato-
E la determinazione di Marcello Pittella è proverbiale, da qui l’appellativo di ‘Gladiatore’, ma non va dimenticato il periodo difficile dal quale egli è venuto fuori con forza e grinta
-Il gladiatore è tornato?-
-Il gladiatore è tornato. Marcello è tornato, ha avuto un momento di difficoltà purtroppo fisica, di salute. Adesso, superato questo momento, non ci mancano le idee non ci manca l’amore per questa regione e anche la la grinta, la voglia, la passione per continuare a lottare per le nostre periferie e poi per le grandi città come Matera che è straordinaria. Insomma noi dobbiamo lavorare molto per la nostra regione-

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti