Le Cronache Lucane

GRAN BELLA AZIONE DELLA GdF DI POTENZA CON ARRESTO, IN FLAGRANZA DI REATO, PER ESTORSIONE IN DANNO DI MINORE

“Marino Yuri, è stato poi tradotto presso la Casa circondariale di Potenza dove l’arresto è stato convalidato dal GIP di Potenza che ha poi emesso ordinanza di custodia cautelare a carico dell’indagato”

#ègiustoinformare
22 SETTEMBRE 2022


Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del Procuratore della Repubblica:

“Nei giorni scorsi, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Potenza hanno arrestato, in flagranza di reato, Marino Yuri di anni 21 per estorsione in danno di un minore di Potenza di 15 anni.

L’attività sfociata nell’arresto,
svolta dalla G. d F. coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza, si sono sviluppate grazie alla denuncia della parte offesa ed all’elevato senso civico della stessa e dei suoi genitori e che hanno, anche, coraggiosamente collaborato alle indagini.

Sulla base degli elementi investigativi raccolti e fatta salva la presunzione d’innocenza, l’indagato — avvalendosi anche della capacità d’intimidazione derivante dalla differenza di età fra lui e la vittima – aveva iniziato a minacciare il minorenne e a richiedergli somme di denaro via via più rilevanti in cambio della sua ‘protezione’ da presunte aggressioni di giovani presenti sul territorio potentino.

Sulla scorta degli indizi acquisiti, è emerso che in tre mesi il minore sarebbe stato costretto a versare all’indagato circa 20.000 euro, che, per pagare il prezzo della ‘protezione’ sottraeva (ovviamente in stato di costrizione) dalle disponibilità di cassa dell’azienda paterna.

Il padre, accortisi degli ammanchi di denaro, riusciva a farsi raccontare dal figlio, che ovviamente era inizialmente intimorito, la dinamica dei fatti e la ragione effettiva per cui si era verificata la sottrazione del denaro dalle casse aziendale.

Subito dopo si presentava, unitamente al figlio, alla Guardia di Finanza per sporgere denuncia.

Dalla denuncia, era rapidissimo lo svolgimento delle indagini svolte: in soli due giorni si procedeva a preliminare attività di riscontro ed al successivo arresto in flagranza del presunto estorsore che, secondo quanto ricostruito ed accertato a livello di gravità indiziaria, aveva nuovamente avvicinato il minore e tentato di riscuotere una ulteriore rata dell’estorsione.

Proprio in questa occasione, la GdF interveniva e arrestava il Marino

Nella medesima circostanza è stata, inoltre, sequestrata un’autovettura del valore di circa 15.000 euro, acquistata nella stessa mattinata del 16 sempre dall’indagato, verosimilmente e sulla base degli elementi allo stato raccolti, con provento dell’attività estorsiva.

Marino Yuri, è stato poi tradotto presso la Casa circondariale di Potenza dove l’arresto è stato convalidato dal GIP di Potenza che ha poi emesso ordinanza di custodia cautelare a carico dell’indagato”


#sapevatelo2022

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti