Le Cronache Lucane

IL “BIBLIOMOTOCARRO” RITORNA A VALSINNI CON IL PROGETTO REGIONALE “DI FOGLIO IN FOGLIA”

Il Maestro Antonio La Cava ospite per la terza volta dell’associazione “Crescere Insieme” per diffondere «la buona pratica della lettura tra genitori e figli»

I bambini dell’associazione “Crescere Insieme” di Valsinni hanno incontrato il maestro Antonio Lacava e la sua biblioteca su tre ruote. Il Bibliomotocarro, appunto, che ha messo letteralmente le ruote ai libri per compiere la sua missione educativa in giro per le strade e i borghi della Lucania. Una storia reale nata dalla volontà di un uomo tenace, Antonio La Cava, desideroso di portare ai più piccoli un messaggio importante: «Amate la lettura». Un progetto dall’importanza sociale, culturale finanche etico e politica nella sua accezione più nobile. Per chi ancora non ha avuto il piacere di incontrarlo lungo la strada, Antonio La Cava è un insegnante di scuola elementare andato in pensione e che, dopo oltre 40 anni trascorsi in aula a stretto contatto con gli studenti, ha iniziato una “nuova vita”. Oltre 200mila chilometri percorsi, partendo da Ferrandina, strada dopo strada, Comune dopo Comune dell’entroterra della Basilicata, per offrire ad adulti e bambini l’invito alla lettura. Muovendosi con un’Ape di colore azzurro – il “Bibliomotocarro” appunto – attrezzata con scaffali, sgabelli, libri e tutto l’occorrente per scrivere, una piccola “biblioteca in movimento”, pensata per sconfiggere la distanza che separa i giovani lucani dai libri, facendo scoprire loro il meraviglioso “profumo dei libri” e catturare nuovi lettori, come il pifferaio magico. Sicché, un nuovo appuntamento l’ha visto protagonista in quest’altra iniziativa a Valsinni, inserita nel progetto “Di Foglio in Foglia”, che prevede la diffusione di laboratori di lettura condivisa con l’obiettivo di promuovere l’amore per la lettura, ha preso parte l’Amministrazione comunale di Valsinni nella persona del vicesindaco Antinesca Petrigliano e le volontarie dell’associazione “Crescere Insieme”, sempre al fianco dei più piccoli. L’idea di coinvolgere il Maestro La cava nasce dal bisogno di diffondere la buona pratica della lettura tra genitori e figli, e nello specifico supportare le mamme, i papà, le famiglie trasferendo le tecniche di lettura animata; tutto ciò che possa insomma incentivare a crescere, arricchire, appassionare, alimentare i sogni e le speranze dei più piccoli attraverso i libri e la fantasia. Come ha spiegato ai microfoni di Cronache Tv la presidente dell’associazione “Crescere Insieme” Manuela Truncellito: «È la terza volta in realtà che noi ospitiamo il Maestro La Cava e il suo “Bibliomotocarro” – dichiara – è uno dei nostri partner più sentiti e più vicini alla nostra realtà. Per questa ed altre ragioni, abbiamo voluto ospitarlo anche questa volta all’interno del progetto regionale “Di Foglio in Foglia” che è stato finanziato lo scorso marzo».  «Un progetto che prevedere – continua Truncellito – il coinvolgimento dei bambini alla Comunità educante, la partecipazione attiva delle famiglie all’interno di quelli che vengono chiamati “i laboratori di lettura condivisa” e il Maestro questo lo sa fare benissimo ed ecco perché oggi è qui con noi». «L’obiettivo dell’evento – ha specificato Truncellito – è quello di avvicinare i bambini e i ragazzi ai libri per condurli ad una lettura spontanea, divertente e alla consapevolezza della sua funzione formativa, volta all’arricchimento del pensiero e allo sviluppo delle potenzialità espressive. Il Bibliomotocarro, quindi, come strumento che può contribuire ad avvicinare di più i bambini al libro di carta sfogliato con le mani e non toccato con le dita su uno schermo freddo e emotivamente lontano».

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti