Le Cronache Lucane

MENSA DEI BISOGNOSI, COMPIMENTO IN VISTA

Matera, l’opera intitolata a Don Giovanni Mele sarà un punto di riferimento sociale nel rione di Piccianello

Questa volta: -Ci siamo! – I lavori di cantiere per la realizzazione della nuova mensa dei bisognosi intitolata al caritatevole parroco Don Giovanni Mele, proseguono a ritmo inarrestabile e sono davvero prossimi al completamento.
Tutte le maestranze impiegate sui vari fronti di costruzione, impiantistica e assemblaggio della struttura del nuovo refettorio e centro di aggregazione rionale, oltre che dalla loro abituale abilità professionale, sono animati, in questa particolare occasione, anche da un’ulteriore motivazione: sanno cioè di contribuire alla realizzazione di un’opera che sarà di aiuto, sostegno e ‘ristoro’ nel vero senso della parola a tante persone in difficoltà.
Ma i ritmi serrati di lavoro hanno anche un’altra finalità che è quella di completare tassativamente l’intera mensa dei bisognosi, detta anche della ‘fratellanza’, in tempo per il 25 settembre. Quest’ultimo è il giorno in cui, a conclusione del Congresso Eucaristico Nazionale che quest’anno si svolge a Matera, Papa Francesco viene in visita pastorale nella città dei Sassi e tra le sue tappe ha proprio la visita alla nuova mensa dei bisognosi.
C’è dunque un grande entusiasmo nell’intero rione di Piccianello che lo ricordiamo è il luogo dove si costruisce il carro trionfale della Madonna Bruna, patrona e protettrice di Matera, ma è anche il posto dove la prima mensa di Don Giovanni Mele è stata costruita.
Ma tornando ai lavori, va sottolineato ancora il grande entusiasmo che spinge le maestranze a lavorare alle ultime rifiniture della mensa della fratellanza e a tal proposito il capo cantiere ci ha mostrato alcuni dettagli del progetto e anche un pò della sua soddisfazione per come procede il consolidamento finale è l’assemblaggio della struttura.
Quest’ultima tra l’altro, sotto il profilo tecnico, è una mensa tutta realizzata in materiali eco-compatibili, gli interni sono tutti in legno, e le vetrate ampie e luminose sono montate su profilati di ultima generazione e con impatto ambientale zero.
E così vedere la mensa ormai prossima al completamento sembra davvero un sogno che si realizza, anche per Cronache TV che più volte si è occupata delle pregresse e annose problematiche che frenavano i lavori di demolizione del vecchio rudere e impedivano la nuova costruzione, e ha fatto pressing affinché si trovassero rapide ed efficaci soluzioni.
Ebbene queste soluzioni oggi sono arrivate e la mensa è davvero a un passo dal diventare realtà.
E di questo pare essersene accorto un passante, o meglio quello che potremmo simpaticamente definire uno degli ottuagenari ‘ispettori di cantiere’ materani, che hanno un po’ l’abitudine di soffermarsi ad osservare i lavori in corso nei vari cantieri urbani.
E anche questa volta il passante, si sofferma ad osservare la nuova mensa Don Giovanni Mele con grande interesse, quasi e volerne scrutare i minimi dettagli, visto che egli è sicuramente uno dei residenti del rione Piccianello.
Ma da cosa sarà derivata tanta curiosità nel nostro passante?
Beh! Se consideriamo che la nuova mensa e i suoi spazi interni ed esterni saranno utilizzati non solo come refettorio per i più indigenti e per accogliere anziani e disagiati, ma che costituiranno anche uno spazio di aggregazione e condivisione di momenti di vita e di attività socio-ricreative, beh!, allora con molta probabilità il nostro passante stava sin da ora trovandosi il posticino migliore dove poter fare una briscola con gli amici o magari raccontare ai nipoti quando lì era tutta aperta campagna e il giovane Don Giovanni Mele, un giorno, passando anche lui di lì ebbe un’idea.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti