Le Cronache Lucane

CIAO MATHIS SEI UN ANGELO E TI UNIRAI LASSÙ AD ALCUNI SUPER PILOTI CHE TI INSEGNERANNO COSE BELLE : CONTINUA A CORRERE

Caduto e investito durante un allenamento con le minimoto: muore un bambino di 8 anni

Il cuore del piccolo Mathis si è fermato 

A soli 8 anni è morto in un incidente con la minimoto ad Ala
Il piccolo ha lottato per 7 giorni ma nelle scorse ore il suo cuore ha smesso di battere.


Era stato immediatamente ricoverato all’ospedale di Verona dopo il gravissimo incidente avvenuto venerdì scorso ad Ala

“Sei un angelo e ti unirai lassù ad alcuni super piloti che ti insegneranno cose belle”

Il cuore del piccolo Mathis Bellon ha smesso di battere

Ha lottato per la vita sette giorni e la speranza da parte di tutti era che potesse riprendersi. Invece non è stato così.

Mathis aveva appena 8 anni, se ne è andato dopo sette giorni di coma, ricoverato in terapia intensiva pediatrica all’ospedale di Verona da dove i genitori avevano anche fatto richiesta di un trasferimento in Francia per essere più vicini a casa.

Per una lunghissima settimana la speranza non ha mai abbandonato la famiglia, gli amici e i tantissimi appassionati delle due ruote.

Mathis Bellon è rimasto vittima di un incidente avvenuto venerdì scorso al kartodromo di Ala.

Dopo aver perso il controllo della moto, il bambino di 8 anni è scivolato sull’asfalto. Ma proprio in quel momento è arrivato un altro mezzo presente in pista.

Nonostante le manovre e i tentativi, il giovane pilota è stato centrato e così è rimasto a terra privo di sensi.

Sul posto il personale medico ha fatto di tutto per cercare di salvare il giovane pilota e dopo averlo stabilizzato era stato trasferito a Verona.

Da quel momento, però, le sue condizioni non sono purtroppo mai migliorate.

I traumi gravissimi nelle scorse ore hanno portato alla morte del piccolo.

Un dolore immenso con tantissimi messaggi di cordoglio espressi sui social dai vari piloti e club motociclistici in queste ore.

Motociclismo in lutto per la morte di Mathis: a 8 anni in minimoto per diventare un campione 

Il 22 luglio l’incidente al kartodromo di Ala: il pilota junior è caduto ed è stato investito da un’altra moto. Sul web il dolore del mondo della velocità
La morte di un bambino, o la morte di un motociclista agonista? 

Ed è giusto che un bambino di 8 anni sia lontano da casa, su un circuito, per allenarsi ad una gara di motori?

Il decesso all’ospedale di Montepellier di Mathis Bellon, 8 anni, il giovanissimo motociclista francese ferito in un grave incidente venerdì scorso 22 luglio al kartodromo di Ala, dove si stava allenando per i Campionati italiani di velocità (ai quali sono ammessi anche piloti europei) pone molte angosciose domande.

La dinamica ricorda quella della morte di Simoncelli in MotoGP

La caduta dalla sua minimoto, un’altra moto che lo investe. Mathis entra in coma.
Portato d’urgenza a Verona, poi rimpatriato in Francia, a Montepellier, dove però il suo fisico non ha retto.

«Ha resistito per il compleanno della sua sorellina, che ha compiuto mercoledì 3 anni», ha raccontato il padrino di Mathis a

“Le Quotidien de la Reunion”

«I suoi organi hanno salvato cinque vite, è stato un grande campione fino alla fine»
«Un angelo che ci ha riempiti di gioia di vivere»

ha scritto la famiglia di Mathis

Il cordoglio per questa giovanissima vita spenta così drammaticamente inonda i siti web, i profili del mondo dei motori che Mathis tanto amava.

«Il clima non era festoso perché c’era apprensione per Mathis che venerdì è stato protagonista di un bruttissimo incidente. Tutto lo staff di Even-T non può far altro che unirsi al cordoglio per una tragedia immane.
È brutto scrivere quando succedono queste cose, quando in uno sport che porta allegria e adrenalina le cose non vanno per il verso giusto. Ciao Mathis!»

è il ricordo postato su Facebook dalla sua squadra.

«Piccolo Mathis, non abbiamo parole per esprimere la tristezza che ci pervade. Resterai per sempre nei nostri cuori»

scrive Cnv, il Campionato nazionale Velocità.

«Uniti nel cordoglio alla Famiglia Bellon, il nostro piccolo angelo»

I SOCCORSI DOPO L’INCIDENTE

Incidente al kartodromo di Ala: soccorso in elicottero un bambino che correva in minimoto

Paura al kartodromo di Ala per un incidente che ha coinvolto un bambino di 8 anni che correva in minimoto.

È stato portato all’ospedale di Verona.
La pista era a disposizione degli allenamenti delle moto 10/12” in vista della gara del Cnv.

E nel corso di un giro delle prove è accaduto il grave incidente.

Il bambino avrebbe perso il controllo della moto e quindi sarebbe scivolato sull’asfalto, finendo travolto da un altro centauro che sopraggiungeva.

Tragedia. Muore a 8 anni per un incidente con la minimoto a Trento

Il piccolo ha lottato 7 giorni, nelle scorse ore il suo cuore ha smesso di battere.

Era stato ricoverato all’ospedale di Verona dopo il grave incidente di venerdì scorso ad Ala

Il cuore del piccolo Mathis Bellon ha smesso di battere.

Ha lottato per la vita sette giorni e la speranza da parte di tutti era che potesse farcela.

Mathis aveva 8 anni e se n’è andato dopo sette giorni di coma, ricoverato prima in terapia intensiva pediatrica all’ospedale di Verona.

Poi i genitori avevano anche fatto richiesta di un trasferimento in Francia per essere più vicini a casa.

Per una settimana la speranza non ha mai abbandonato la famiglia, gli amici e i tantissimi appassionati delle due ruote.

Mathis Bellon è rimasto vittima di un incidente avvenuto venerdì scorso al kartodromo di Ala.

Dopo aver perso il controllo della minimoto, il bambino di 8 anni è scivolato sull’asfalto.

Ma proprio in quel momento è arrivato un altro mezzo presente in pista e l’ha colpito involontariamente. Mathis è rimasto a terra privo di sensi.

I medici hanno fatto di tutto per cercare di salvare il giovane pilota e, dopo averlo stabilizzato, l’hanno portato in elicottero a Verona.
Da quel momento, però, le sue condizioni non sono migliorate.
I traumi gravissimi nelle scorse ore hanno portato alla morte del piccolo.

Fonte : L’Adige
Fonte: ildolomiti.it

Non ce l’ha fatta Mathis Bellon, il baby motociclista francese di 8 anni rimasto vittima di un incidente lo scorso venerdì 22 luglio al kartodromo di Ala, in Trentino.

Il bambino è morto nel reparto di terapia intensiva di neurochirurgia pediatrica dell’ospedale Borgo Trento di Verona.

Bellon, iscritto alla squadra “Race Experience School” di Frejus, in Provenza, e residente a Sainte-Maxime, sulla Costa Azzurra, è caduto sulla pista dell’Ala Karting Circuit di Plicante durante un allenamento in vista della gara “Cnv Motoasi”

Un altro giovanissimo motociclista che sopraggiungeva non è riuscito ad evitarlo e lo ha investito con la propria minimoto.

Le condizioni di Bellon sono apparse subito molto gravi.

Durante le operazioni di soccorso degli operatori di Trentino emergenza, che lo hanno trasferito all’ospedale di Verona in elicottero, non ha mai ripreso conoscenza

Poi un altro trasferimento, a Montpellier, in Francia.

Ma è stato tutto inutile, il piccolo pilota non ce l’ha fatta
Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti