Le Cronache Lucane

PRESENTATA LA QUINTA EDIZIONE DI ARTFEST

Interessate le città di Venosa, Melfi e Matera

Decine di giovani coinvolti, spettacoli di assoluto rilievo nazionale, un film in anteprima nazionale, tre musei e un parco archeologico coinvolti. Sono i numeri della quinta edizione di Artfest, il festival delle arti coreutiche, organizzato dall’associazione Etra e riconosciuto dal ministero della Cultura, che quest’anno vedrà protagoniste le città di Venosa, Melfi e Matera. La manifestazione è stata presentata nella cittadina oraziana. Il primo appuntamento è nella città dei Sassi, a Palazzo Lanfranchi, con “Soul” , la performance creata per gli spazi del complesso monumentale dell’abbazia dell’Incompiuta a Venosa, e da cui è stato prodotto un video in realtà virtuale. Nella Città dei Sassi lo spettatore potrà assistere alla performance attraverso due dimensioni: quella reale ; quella virtuale in cui la coreografia si espande a 360 gradi.

A Melfi invece, poi, all’interno del castello, debutterà la compagnia di danza “Zappalà” con lo spettacolo “Vestire la diplomazia” . Un progetto che nasce dall’esigenza di indagare l’abilità dell’accortezza, della cautela, della circospezione e della finezza, in un intrecciato processo di scoperta dell’altro. A Venosa, all’interno del parco archeologico, andrà in scena la compagna “Sanpapiè”. Lo spettacolo rappresenterà un piccolo rito collettivo in forma danzata: i danzatori si muoveranno in funzione dello spazio e del pubblico, che si trova ad essere, inconsapevolmente, parte del disegno coreografico.
“Quest’anno abbiamo voluto arricchire Artfest – spiega Carmen Vella, direttrice artistica del festival- di importanti novità. Tra gli eventi speciali di questa edizione la sezione ‘Giardino Zed’, un percorso installativo di  videodanza che impiega nuove tecnologie con proiezioni a 360° a Venosa, Matera e Melfi in collaborazione con ‘Zed Festival Internazionale di Videodanza’ ”. 

Rosamaria Mollica

3331492781

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti