Le Cronache Lucane

NON CHIAMATELO FEMMINICIDIO È SEMPRE OMICIDIO

Per il momento l’uomo non è stato interrogato e non sembrerebbe aver confessato il gesto

DRAMMA DELLA ASSURDA GELOSIA 

🔴 NON CHIAMATELO FEMMINICIDIO È SEMPRE OMICIDIO‼️

#ègiustoinformare donna di 33 anni uccisa a coltellate a Cadorago: arrestato il compagno

🔹L’omicidio è avvenuto all’alba nel Comasco. Ad avvertire i carabinieri sono stati i vicini che hanno sentito la coppia litigare

Uccisa a coltellate dall’uomo con il quale conviveva.
La vittima è una donna di 33 anni che viveva a Cadorago, in provincia di Como.
È stata colpita a morte nel suo appartamento, forse mentre tentava di scappare dal compagno che aveva impugnato un grosso coltello da cucina.
Aveva tagli alla schiena e al torace.

L’uomo, 37 anni, non ha detto nemmeno una parola quando sono entrati in casa i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Cantù, guidati da Diego Bonavera. Aveva le mani sporche di sangue ed è stato arrestato in flagranza.

Da quanto è stato ricostruito finora, non sembra che fosse alterato da alcol o droghe quando ha deciso di ucciderla, ma perfettamente lucido.

I due vivevano insieme da tempo e, da quanto hanno raccontato i vicini, questa mattina all’alba hanno iniziato a litigare furiosamente.

L’omicidio è avvenuto intorno alle 5. Ad avvisare i militari sono stati i vicini di casa, che hanno riferito di non avere mai sentito urlare o assistito a liti furiose tra i due.

Quando è arrivato il 118 non c’era più nulla da fare per la ragazza e i soccorsi hanno potuto solo constatare il decesso. 

L’indagine per omicidio volontario è affidata al pm della procura comasca Mariano Fadda. 


Nelle prossime ore verranno compiuti i dovuti accertamenti, dai rilievi sul posto, all’ascolto delle testimonianze dei vicini e dei familiari, fino all’autopsia che stabilirà con esattezza le cause della morte.

❇️ Omicidio Cadorago, donna di 34 anni uccisa a coltellate in casa: fermato il compagno

✅ Una donna di 34 anni è stata uccisa a coltellate nella sua abitazione di Cadorago (Como)


Il delitto è stato scoperto lunedì mattina, intorno alle 5.
È stato chiesto l’intervento del personale del 118 ma per la donna non c’è stato nulla da fare: fatali i diversi fendenti sferrati con un’arma da taglio.
Fermato il compagno della donna, sospettato di averla colpita a morte dopo una lite per motivi di gelosia: lo scenario purtroppo comune alla maggior parte dei casi di femminicidio.

A Cadorago sono al lavoro i carabinieri della compagnia di Cantù e del nucleo radiomobile. Due incaricate del canile sono arrivate per prendersi cura del cane della coppia. Il delitto è avvenuto in una palazzina di via Leopardi.
La vittima sarebbe stata colpita più volte con un’arma da taglio.
Sono stati i vicini a dare l’allarme, sentendo la coppia litigare intorno alle 5 di lunedì mattina.
I due convivevano da un paio d’anni.
Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Mariano Fadda

Donna di 33 anni uccisa a coltellate a Cadorago, si indaga sull’omicidio: fermato il compagno

Una donna di 34 anni è stata trovata morta in bagno in provincia di Como: i carabinieri hanno arrestato il suo compagno.

Ennesimo femminicidio in Lombardia: una donna di 33 anni è stata uccisa a coltellate a Cadorago, comune in provincia di Como.

In base alle prime informazioni diffuse dai giornali locali, i carabinieri avrebbero fermato il compagno di 37 anni, di cui non si conoscono le generalità.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omicidio.

Avrebbe aperto lui stesso la porta ai carabinieri.

A dare l’allarme di quanto stava accadendo sono stati i vicini di casa della coppia che hanno sentito i due litigare.

❇️ I vicini hanno allertato i carabinieri

Considerate le urla e le grida, i vicini hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine.
I carabinieri della stazione di Cantù sono intervenuti in via Leopardi intorno alle 5 del mattino di oggi, lunedì 25 luglio.

Oltre ai militari, che stanno effettuando tutti i rilievi del caso per ricostruire l’esatta dinamica della vicenda, sono arrivati i medici e i paramedici del 118 con un’ambulanza della Croce Rossa di Lomazzo e un’automedica.

❇️ Il corpo della donna trovato in bagno

Purtroppo però per la donna, il cui corpo è stato ritrovato in bagno, non c’era nulla da fare: da un primo esame, è stato possibile scoprire che la 33enne sarebbe stata colpita con diverse coltellate.

L’arma del delitto sarebbe un coltello da cucina.

Sembrerebbe che i due abbiano iniziato a litigare per la gelosia di lui.

In base alle prime ricostruzioni, i due vivevano da un paio di anni.
Non sembrerebbe che i due avessero figli. 

Per il momento l’uomo non è stato interrogato e non sembrerebbe aver confessato il gesto. 

Le indagini sono coordinate dal pubblico ministero di turno Mariano Fadda.
#tolleranzazero
#sapevatelo2022

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti