Le Cronache Lucane

REVOCA ARRESTO EX DIPENDENTE COMUNE DI BITETTO

Il tribunale del Riesame ha revocato gli arresti domiciliari nei confronti di un ex dipendente del comune di Bitetto

Il Tribunale del Riesame ha revocato gli arresti domiciliari nei confronti di Sebastiano Ardito e il divieto di dimora nei confronti della moglie Petronilla Calabrese e dei figli Giacomo e Francesco Ardito. I quattro sono stati coinvolti il 20 giugno nell’inchiesta della Procura di Bari che ipotizza a carico dei tre – a vario titolo – le accuse di peculato e falso materiale perché Ardito, 55 anni, all’epoca dipendente del Comune di Bitetto, avrebbe effettuato sul proprio conto corrente personale bonifici per 34mila euro, riversando poi i soldi anche sui conti dei familiari. Il Riesame (presidente e relatore Romanazzi) ha accolto il ricorso dell’avvocato della famiglia, Antonio La Scala, sostituendo i domiciliari di Sebastiano Ardito (nel frattempo transitato al Comune di Cassano Murge) con l’interdizione per 12 mesi e revocando le misure per gli altri tre.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti