Le Cronache Lucane

MATERA RENDE OMAGGIO A DAVID SASSOLI

In onore dell’ex Presidente del parlamento europeo, previsto un concerto musicale nella Cava a lui dedicata

Lo scorso 12 marzo Matera ha dedicato la suggestiva Cava del sole, patrimonio Unesco, al compianto ex Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli prematuramente scomparso a gennaio 2022.
Oggi la città dei Sassi realizza un evento altrettanto significativo per ricordare l’eminente figura del giornalista e politico Sassoli, rendendogli omaggio durante un incontro pubblico e un concerto sinfonico che si svolgeranno in serata proprio nella location storica della Cava Sassoli.
Il particolare legame che ha unito l’ex Presidente del Parlamento europeo a Matera è stato il suo costante impegno nel seguire ancora più da vicino la città dei Sassi durante tutto l’anno di Capitale europea e poi lo storico discorso tenuto da Sassoli proprio alla cerimonia di chiusura del mandato culturale europeo di Matera nel dicembre 2019.
L’omaggio a Sassoli è stato organizzato su iniziativa della Fondazione Matera Basilicata 2019 il cui direttore Giovanni Oliva ha ricordato:- Durante la pandemia, proprio nel momento più duro del nostro lavoro in Fondazione abbiamo rivisto il video del Presidente Sassoli. È stato un video che ci ha emozionato tantissimo e abbiamo avvertito la necessità e l’esigenza di ritrovarci tutti e intitolare la Cava del Sole a David Sassoli-
Il sindaco di Matera Domenico Bennardi, nel suo intervento ha affermato che :- Le parole pronunciate nella Cava del sole da Davide Sassoli nel 2019 hanno rappresentato un risultato veramente magico, il riscatto di una città che attendeva da tempo quel momento. Un momento magico, ha concluso Bennardi, che si è trasmesso anche alle nuove generazioni, ai giovani-
L’ex direttore generale della Fondazione Matera Basilicata 2019, Paolo Verri ha detto: – I due anni che ci separano dalla cerimonia di chiusura d del 2019, hanno segnato una cesura inevitabile rispetto a tutto quello che è stato il ‘900 oggi siamo entrati in un nuovo secolo, qualcosa che durerà probabilmente per una trentina d’anni e che ci deve mettere in chiara luce la responsabilità che abbiamo per le prossime due o tre generazioni e Matera è la piattaforma della cultura del futuro, per il Sud d’Italia e per il tutto il Mediterraneo-
L’omaggio a David Sassoli si lega anche a un bando per le cosiddette -Residenze creative- che è rivolto proprio ai creativi europei del Mediterraneo che potranno così dar vita ai loro innovativi progetti ispirandosi proprio si principi e ai colori che ci ha consegnato il Presidente Sassoli, principi come libertà partecipazione e democrazia equità sostenibilità sociale ed ambientale-
Di particolare intensità e emotività è stato l’intervento di Alessandra Vittorini, la moglie di David Sassoli. – Per me essere qui a Matera, ha detto Vittorini, ha il senso del ritorno, un ritorno particolare e posso dirlo commossa e felice. Ricordo, ha proseguito Vittorini, la cerimonia di chiusura del dicembre 2019 in una Cava del sole gremita e vibrante non lo sapeva nessuno ma con l’arrivo del 2020 tutto il mondo sarebbe piombato nel buio della pandemia dopodiché niente è stato più come prima. Ma oggi, ha aggiunto Alessandra Vittorini si riparte da lì, da quella serata da quello spirito, dalle parole chiare che David ha voluto richiamare con i principi che hanno caratterizzato poi tutto il suo impegno nelle istituzioni: lavorare sulla cultura, sul patrimonio culturale come strumenti di uguaglianza, di benessere, di coesione sociale, fondanti e generatori di valori per la formazione di comunità, di coscienze libere capaci di lavorare insieme con l’impegno civile, la libertà, l’umanità e la solidarietà.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti