Le Cronache Lucane

SP ORAZIANA, PAPPALARDO AVVISA: «ATTENDIAMO I FONDI PROMESSI»

Il presidente f.f. ha illustrato alla Commissione Consiliare competente, l’esito del confronto tenutosi a Venosa


POTENZA. Il Presidente Rocco Pappalardo ha illustrato ieri mattina alla Commissione Consiliare competente, l’esito del confronto tenutosi a Venosa, sulla questione relativa alla Oraziana e contestualmente al sistema viario dell’area.

Nessun annuncio ufficiale o tono trionfalistico, ma cauta condivisione delle speranze di interventi immediati sulla Strada Provinciale, per la quale viene accolto favorevolmente l’annuncio dell’assessore alle Infrastrutture circa il finanziamento previsto di 45 milioni di euro necessari per ultimare il 5 lotto della stessa Oraziana. Fondi per i quali l’assessore Merra ha proposto di far fare anticipazioni sul finanziamento stesso.

Vale la pena ricordare, che per essere considerato utilizzabile e concretamente assegnato, necessita, è stato rilevato ieri mattina alla presenza dei Consiglieri e dei dirigenti provinciali del settore Bilancio, di essere formalizzato e notificato nei dettagli per il loro possibile utilizzo unitamente ai 10 milioni di euro previsti sulla viabilità per la Provincia.

Nel contempo, alla disponibilità economica di 422.430,07 euro per procedere al ripristino della frana in agro di Ginestra, sono necessari altri 465 mila euro, integrati dalla revisione prezzi in conseguenza degli aumenti registrati dalle materie prime, per poter costruire una paratia di sostegno nella parte sottostante il tratto di strada interessato dalla frana stessa.

«Ci è stato comunicato – ha aggiunto Pappalardo – che il contributo regionale arriverà maggiorato e che la Provincia dovrebbe poter anticipare i fondi sulla previsione stessa e contestualmente abbiamo ricordato che siamo in attesa del ristoro dei fondi utilizzati per il ripristino delle strade provinciali in occasione del Giro d’Italia».

«Pronti e disponibili a rinnovare la collaborazione operativa aperta da tempo con la Regione – ha ribadito Pappalardo trovando unanime conferma dalla Commissione Consiliare – ma per accelerare i tempi e non essere individuati come responsabili di ritardi, si ricorda che la Provincia non può operare però senza la nota ufficiale e dettagliata sulle modalità e con il crono programma di lavori e finanziamenti al fine di procedere attraverso l’approvazione del Bilancio che è ormai imminente.

Non è casuale inoltre che la Provincia a seguito della frana del 26 marzo u.s. e del susseguente incontro in Regione del 30 Marzo, ha dato corso alla progettazione dell’intervento di consolidamento ».

«Con una nota ufficiale del 9 Maggio, inoltre – ha sottolineato il Presidente Pappalardo – abbiamo comunicato che le risultanze delle indagini geologiche ed il conseguente dimensionamento delle opere strutturali, ha evidenziato che per poter mettere in sicurezza il tratto stradale interessato e consentire la riapertura al transito veicolare, è necessaria una spesa complessiva di 888 mila Euro».

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti