Le Cronache Lucane

LA COSTRINGE A GUIDARE FINO IN CAMPAGNA E POI LA VIOLENTA

Arrestato dai Carabinieri a Bernalda un 37enne di origini straniere: con la vittima aveva avuto una relazione sentimentale in passato


Un 37enne di origini straniere è stato arrestato dai Carabinieri di Pisticci, a Bernalda, per sequestro di persona e violenza sessuale ai danni di una donna con la quale aveva avuto una relazione in passato. Drammatica la ricostruzione dei fatti raccolta dai militari. Come raccontata ai Carabinieri, l’uomo si era introdotto nell’abitazione della vittima, che stava dormendo, attraverso una finestra lasciata aperta.

Svegliatala, prima l’ha minacciata di morte e poi l’ha costretta a guidare la sua auto per raggiungere una zona fuori dall’abitato, nei pressi delle campagne di Pomarico. Il piano del 37enne, tristemente attuato per come denunciato, era quello di costringere la donna ad un rapporto sessuale come poi la vittima ha dichiarato essere accaduto una volta raggiunta la zona isolata.

La donna, però, è riuscita a scappare, nonostante l’uomo abbia cercato di fermarla salendo sul cofano dell’auto.

Una volta tornata a casa, ad aspettarla c’erano già i Carabinieri, allertati da un testimone che aveva assistito al sequestro. Così la donna ha raccontato l’accaduto ed è partita la caccia al sequestratore, che intanto era rientrato a casa in autostop.

È proprio nella sua abitazione che è stato trovato dai militari, che l’hanno arrestato e portato prima in ospedale a Policoro, per medicare le lievi ferite rimediate nel tentativo di bloccare la fuga della donna, e poi in carcere a Matera. La donna è stata invece sottoposta a cure e accertamenti nell’ospedale della Città dei Sassi.


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti