Le Cronache Lucane

«IL PORTO SI È FATTO GRAZIE A ME: QUESTA CITTÀ HA BISOGNO DI LAVORO»

A Policoro, 1° Comizio elettorale per il candidato sindaco Lopatriello sul palco insieme ai candidati della coalizione che lo sostiene


Si è svolto a Policoro in Piazza Heraclea il primo Comizio elettorale del candidato sindaco Nicola Lopatriello. A introdurre la serata Valentina Celsi, candidata della lista “Progresso Civico” che ha spiegato che «la coalizione è unita». «È proprio cooperando nel rispetto reciproco – ha proseguito Celsi – che remeremo, e già remiamo tutti nella stessa direzione, sapendo bene dove stiamo andando. Lo abbiamo già fatto in commissione programma, siamo partiti dall’ascolto della città. Lopatriello ha ricevuto più di 800 mail dai cittadini che abbiamo raccolto come tessere di un mosaico, nel quale ogni tessera è necessaria e diversa dalle altre e fondamentale per comporre l’insieme.

Policoro è un grande, bellissimo mosaico e noi ci impegneremo per farla risplendere ». Successivamente è intervenuta in rappresentanza della lista “Alternativa per Policoro”, Adriana Di Dio sottolineando che «Nicola Lopatriello è una persona capace, professionale che vive tra la gente e con la gente che è quella stessa gente che oggi non si sente più rappresentata dalla politica ». «Il nostro programma – ha aggiunto – include solidarietà, partecipazione attiva e sicurezza.

C’è una grande competitività in questa tornata elettorale ma Lopatriello può fare del bene alla nostra città e lo ha già dimostrato precedentemente». Livia Lauria, candidata di “Forza Policoro”, ha poi preso la parola affermando: «Chi non ha avuto la possibilità di dire la propria, ora può farlo.

Finiamola con la storia degli amici, siamo una coalizione formata da cinque anime diverse con capacità, coerenza, ideologie. Abbiamo l’onorevole Casino che ci segue dappertutto e condivide i progetti di Policoro, oltre che due persone che hanno fatto vedere che anche dall’opposizione si sono battuti per voi, Giuseppe Maiuri e Gianluca Modarelli». «Policoro – ha proseguito la Lauria – deve diventare attrattiva.

La politica deve dare risposte guardando negli occhi le persone, non dobbiamo fare promesse a nessuno ». Successivamente Nicola Viola ha evidenziato: «Il programma lo avete scritto voi cittadini e non abbiamo trascurato nessuno, dai bambini agli anziani, quella categoria che è la memoria storica di questa città, ed è proprio dai bambini che abbiamo ricevuto molti suggerimenti, su come vorrebbero questa città ».

Il candidato sindaco Lopatriello ha aggiunto che «questa coalizione parte da un anno fa ed è caratterizzata da diverse componenti politiche che si basano su un programma elettorale, su un impegno politico che diventa per noi sacrosanto, al contrario dell’altra coalizione, nella quale in una lista vi è chi chiede le dimissioni del capolista e che ha nella stessa lista la Lega e Fratelli d’Italia che si azzuffano fra di loro». «Le nostre liste – ha proseguito Lopatriello – invece erano pronte da tempo, abbiamo tralasciato i simboli dei partiti per dare priorità alle esigenze della città. Questa coalizione andrà avanti, per la prima volta senza nessuna divisione.

Abbiamo bisogno inoltre di un’economia che deve crescere, di lavoro, quando si parla di futuro dobbiamo pensare anche al passato, Di Dio e Lauria ricordavano quel che è stato fatto negli anni,non sono solo una figura legata agli eventi, abbiamo portato anche lavoro e con Di Pierri abbiamo visitato aziende che danno lavoro a centinaia di policoresi». «Il porto si è fatto grazie a me, Piazza Roma anche, il Centro Commerciale, i giardini murati li abbiamo inaugurati insieme a Di Sanza, ma loro che cosa hanno fatto? Nel 2012 – ha concluso il candidato sindaco Lopatriello – siamo andati al comune e non abbiamo trovato un centesimo hanno affermato, cosa assolutamente falsa. A volte non si sanno gestire le questioni e si inizia a sparlare dell’avversario.

Siamo pronti a ripetere gli interventi prodotti sul territorio, a puntare sull’occupazione, sulla crescita, sullo sviluppo che oggi manca. L’amministrazione uscente ha avuto vari problemi, ha preso in mano un comune malmesso, Mascia diceva che ha navigato controvento a volte, ma qualcosa a casa questa amministrazione l’ha portata. L’altro gruppo dal 2012 al 2017 non ha fatto nulla. Il programma lo realizzeremo insieme, abbiamo pensato ai giovani, allo sport. La gente va a giocare a Nova Siri, non c’è nemmeno il campo di calcio. Progetti anche sul trasporto pubblico che è diventato importante per coprire anche altre aree di questa città»


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti